Quantcast

Caso Aci, nuovo ricorso al Tar

Attilio Camozzi e Bruno Ferrari hanno deciso di proporre l'azione legale contro gli atti e le delibere assunte dall'ente dopo il 13 febbraio.

Aci Brescia sede(red.) Ennesimo capitolo della Saga-Aci. Attilio Camozzi e Bruno Ferrari hanno fatto avere agli organi di stampa il seguente comunicato: “In relazione ai gravissimi fatti occorsi durante le ultime riunioni del Consiglio Direttivo dell’ACI Brescia e onde ristabilire la correttezza e la legalità nell’operatività dell’ente, abbiamo ritenuto necessario e doveroso proporre ricorso avverso gli atti e le delibere assunte dal suddetto ente dal 13 febbraio in poi.
Siamo certi che la magistratura, nell’adempimento delle proprie funzioni, potrà chiarire e giudicare la complessiva situazione e sarà in grado di ristabilire la correttezza e la legalità indispensabili per il corretto funzionamento dell’Ente, evidenziando altresì le eventuali responsabilità in merito agli scorretti comportamenti tenuti in quest’ultimo periodo dai soggetti coinvolti nelle suddette vicende”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.