“Ghirardelli si salva in zona Cesarini”

Dario Balotta, responsabile trasporti di Legambiente, critica la scelta del nuovo presidente dell'Agenzia del Tpl.

(red.) «Per fortuna che alla pletora di organismi e partecipate pubbliche,  quelle che la Corte dei Conti proprio ha definito “un mondo oscuro”  che costa 26 miliardi l’anno all’Erario,  si è aggiunta la neonata Agenzia  di Trasporti Brescia (istituita con legge regionale  n.6 del 2012), potendo così  collocare alla sua Presidenza l’assessore ai trasporti Corrado Ghirardelli».
Critico Dario Balotta, responsabile trasporti Legambiente, sulla scelta della presidenza dell’Agenzia del Tpl bresciane. «L’Assessore,il cui mandato è agli sgoccioli come quello del suo collega Presidente di Provincia Daniele Molgora, che l’ha preceduto alla presidenza della Centropadane (concessionaria che naviga in pessime acque con un disavanzo di 160 milioni del 2013), ha trovato una collocazione in zona Cesarini prima della soppressione della provincia.  L’attenzione sulle nomine sembra essere prioritaria rispetto ad una situazione del settore dei trasporti pubblici non certo brillante che, proprio a Brescia vede in regime di proroga da tre anni le concessioni sia il trasporto extraurbano che quello urbano, costi di gestione e mutui alle stelle del Metrobus, i pendolari ancora privi della possibilità di acquistare titoli di viaggio integrati ed una programmazione dei servizi extraurbani vecchia di almeno 10 anni».
Con queste logiche, per Balotta, l’uso del trasporto pubblico nella provincia di Brescia rischia di rimanere il fanalino di coda lombardo e di vanificare l’enorme spesa del Metrobus.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.