Quantcast

“Trenord in crisi, Maroni ci pensi”

Lo ha detto Dario Balotta (Legambiente): "A che serve acquistare nuovi treni, se il tasso di puntualità è crollato? Ogni giorno tagliato un centinaio di treni"

Più informazioni su

(red.) «Più che continuare con la politica degli annunci dell’arrivo di pochi nuovi treni, sono gli stessi ordinativi che annunciava Formigoni, Maroni dovrebbe pensare seriamente a come fare uscire Trenord dalla crisi».
Così il responsabile trasporti di Legambiente Lombardia, Dario Balotta, che è tornato sul tema dei treni dei pendolari, che coinvolge anche migliaia di lavoratori e studenti della provincia di Brescia. «A che serve annunciare nuovi treni quando i tassi di puntualità di Trenord sono crollati? Ogni giorno vengono cancellati 90-100 treni per mancanza di personale mentre i convogli in circolazione viaggiano in condizioni pessime e con le revisioni scadute. Questa è la situazione di Trenord: un collasso permanente. Treni nuovi da inserire però in un servizio di qualità disastrosa. Oltretutto le risorse pubbliche trasferite alla società dei treni lombardi aumentano continuamente: i costi di gestione dopo la fusione crescono a velocità tale che i trasferimenti regionale non bastano mai».
Come ricorda Balotta, i pendolari devono lasciare a casa l’automobile, costretti dal traffico, dalla crisi economica e ambientale e Trenord non dà risposte ai viaggiatori attuali e neanche a quelli potenziali. «L’inchiesta sugli straordinari e la “Caporetto” della fine del 2002 avvenuta con l’introduzione del sistema gestionale goal rail sono la punta di un iceberg che potrebbe fare nuovi danni».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.