Quantcast

Rovato, ‘Bella ciao’ rinvia il consiglio comunale

La assemblea dell’8 maggio è stata interrotta e poi rinviata dal primo cittadino Roberta Martinelli in seguito alla mancanza del numero legale.

(red.) A scatenare l’uscita dall’aula della maggioranza di Lega Nord e Pdl sono state le parole della canzone della Resistenza “Bella Ciao” urlate a squarcia gola da una sessantina di manifestanti. Durante la celebrazione del 25 aprile, la banda civica rovatese “Luigi Pezzana” non aveva infatti eseguito la canzone, che era invece stata intonata dai bambini dell’istituto comprensivo “Don Milani”.
L’assenza della canzone simbolo della Resistenza al nazifascismo aveva fatto parlare molto di sé, inducendo un gruppo di cittadini ad organizzare una protesta nel piazzale antistante al municipio della cittadina: un’ora di silenzio prima della seduta del Consiglio comunale. Durante la protesta è stato distribuito un volantino che spiegava le ragioni dei dimostranti: riflettere sulla storia che non dovrà mai essere calpestata o dimenticata.
L’organizzazione della dimostranza non è stata rivendicata da alcuna sigla storica della sinistra franciacortina, i partecipanti si sono definiti semplicemente un gruppo di cittadini antifascisti che vogliono difendere la propria Costituzione.
Terminata l’ora di protesta silente, un gruppo di cittadini è entrato nell’edificio sede del Comune e, atteso il silenzio a conclusione della discussione del punto all’ordine del giorno del Consiglio, ha iniziato a cantare la canzone al centro della polemica. In seguito, le opposizioni sono rimaste al loro posto mentre Giunta e maggioranza hanno abbandonato l’aula, inducendo il Sindaco Martinelli a rinviare la seduta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.