Quantcast

“Troppo lunghi i lavori al tempio crematorio”

La struttura sarà chiusa per 4 mesi, ma la comunicazione alla giunta parlava di tempi pi brevi. Albini (Sel): "E' stato messo in conto il doloroso disagio per le famiglie?".

(red.) Tempio crematorio chiuso: Sel ne chiede conto all’amministrazione comunale.
Dal 15 marzo, per circa quattro mesi, il tempio crematorio di Brescia sospenderà la propria attività per lavori di ristrutturazione. Secondo la capogruppo in Loggia di Sel, Donatella Albini, però, nella Comunicazione alla Giunta n. 613 del 30 ottobre l’assessore Mario  Labolani aveva affermato una tempistica ben diversa: per l’installazione dei due nuovi forni la fine era stata prevista per il 25 marzo.
Albini chiede all’amministrazione comunale se sia stato messo in conto il doloroso disagio per un tempo tanto lungo di tutte quelle persone che vogliono dare l’ultimo saluto a chi hanno amato nella città in cui hanno vissuto. “La cremazione è una scelta d’amore per i luoghi cari; ognuno ha il suo luogo, il suo racconto personale, che prevede anche una fine, perché la memoria, oltre che collettiva, può essere anche privata. Il destino del proprio corpo è rivendicato ed esercitato dall’individuo, in nome della sua libertà e autonomia decisionale, perché non c’è, non ci può essere, distinzione tra individuo e corpo, tra biografia e biologia. Dunque il rispetto per il morente come per il dolore deve avere comunque un luogo dentro la città, segno estremo di una comunità che accoglie chi vi giunge e chi se ne allontana”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.