Quantcast

“Amianto, dalle istituzioni un silenzio colpevole”

Secondo Francesco Patitucci, consigliere regionale dell’Italia dei Valori "l'atteggiamento di Loggia e Broletto, unito all'arroganza della Regione, ha portato alla discarica".

(red.) “Troppo comodo nascondersi dietro un dito e sostenere, come ha fatto l’assessore comunale all’ambiente Vilardi, che se
la Regione ha autorizzato la discarica di via Brocchi, ciò significa che questa non è pericolosa. La maggioranza di centrodestra che guida il Comune, così come quella in Provincia di Brescia, hanno tenuto un atteggiamento pilatesco durante tutta la vicenda che ha portato all’apertura della discarica d’amianto di via Brocchi“.
Lo ha detto Francesco Patitucci, consigliere regionale dell’Italia dei Valori. “Il loro silenzio colpevole, unito all’arroganza della Regione, ha portato a questo scempio: una discarica d’amianto nel bel mezzo di una zona residenziale, nonché l’ennesimo impianto in un territorio già martoriato”, ha continuato.
Secondo Patitucci il progetto è nato male e proseguito peggio portato avanti nonostante lo scandalo rifiuti e l’arresto dell’ex vice presidente del Consiglio regionale Nicoli Cristiani e, infine, snobbando perfino il Consiglio di Stato che non si è ancora pronunciato sulla questione”.
“Invece di schierarsi dalla parte dei cittadini, tutelando la loro salute e il loro benessere, il Comune e la Provincia si sono chiusi in un silenzio colpevole che non li assolve dalle loro evidenti responsabilità. Noi di Italia dei Valori”, ha concluso, “ribadiamo con forza che l’attività della discarica di via Brocchi va sospesa immediatamente”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.