Quantcast

Anche Toma contro la torre in piazza T. Brusato

Il presidente della commissione Urbanistica è intervenuto sull'ipotesi della nuova struttura per celebrare l'Expo 2015. "Sono basito dalla proposta".

(red.) Anche Marco Toma, presidente della commissione Urbanistica del Comune di Brescia, è intervenuto sulla proposta di alzare una torre in piazza Tebaldo Brusato in vista dell’Expo 2015. “Mi ha lasciato letteralmente basito la proposta di costruire, in vista di Expo 2015, una torre alta100 metri in vetro e acciaio in piazza Tebaldo Brusato, nel cuore del centro storico della nostra città, a pochi passi dal sito dell’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità”, ha detto Toma. “Chi propone cose simili non solo deve spiegare come un edificio ultramoderno si inserirebbe nell’attuale tessuto urbano, ma dimentica che sotto piazza Tebaldo Brusato riposano un bunker risalente alla seconda guerra mondiale, un mosaico antico di grande valore e, probabilmente, molti altri resti di valore archeologico, in particolare di epoca romanica.
Se si intende costruire nuovi edifici ci si deve attenere a quanto stabilito nel recentissimo Pgt. Lì ci sono le istruzioni per costruire la Brescia del futuro. Peraltro sarebbe meglio valorizzare gli edifici esistenti”, ha proseguito Toma, “e riempire quelli vuoti prima di costruirne altri. Penso ad esempio al tribunale di via Moretto riguardo al quale da tempo immemore le amministrazioni che hanno precedutola Giunta Paroli sapevano che si sarebbe trasferito in via Lattanzio Gambara e nessuno ha mai pensato a come riutilizzarlo.  Brescia deve assolutamente raccogliere le opportunità che si presenteranno con Expo 2015 e lo deve fare per diventare una città Smart, valorizzando la mobilità sostenibile e la green economy. Inoltre le risorse pubbliche e private dovrebbero essere investite per promuovere la brescianità intesa come cultura, prodotti (manifatturieri e del settore agroalimentare) e servizi. Mi auguro che “la Torre” sia stata solo una provocazione per scuotere i tanti attori che devono essere coinvolti nella partita di Expo 2015”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.