Quantcast

Moschea in via Bonardi? La Lega dice “No grazie”

Davanti alla possibilità di aprire un luogo di culto musulmano in questa zona della città, è subito intervenuto il vicesindaco Rolfi a tranquillizzare i residenti, "Non si farà".

(red.) Si accendono nuovamente gli animi di fronte alla possibilità, in via Bonardi a Brescia, di una nuova moschea. Sabato mattina la Lega Nord ha organizzato un presidio davanti ad uno stabile sfitto in cui fino a pochi anni fa si vendevano macchine per cucire e cerniere. Alcune indiscrezioni, infatti, asseriscono che un’associazione di immigrati pakistani e di fede musulmana avrebbe affittato un immobile per farne un luogo di culto.
E’ subito intervenuto il vicesindaco Fabio Rolfi, nonchè segretario provinciale del Carroccio, per affermare che “l’Amministrazione comunale non darà l’autorizzazione, finché ci siamo noi, il quartiere sarà tutelato”. Sulla questione è intervenuto anche il presidente della Circoscrizione Ovest, Mattia Margaroli: “Non esiste sull’immobile alcuna domanda sulla quale si possibile procedere”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.