Quantcast

C’è un 52enne di Villa Carcina tra gli indagati per pedofilia on line

L'indagine della Polizia Postale di Catania è arrivata fino in Valtrompia. Accuse di detenzione e divulgazione di materiale pedopornografico.

(red.) Era ospitato su un server di un paese straniero il sito web contenente immagini di pornografia minorile e commenti che istigavano esplicitamente ad atti sessuali con minorenni, pubblicati da centinaia di utenti anonimi.
Partendo da questo elemento la Polizia Postale di Catania ha avviato l’operazione Scacco Matto, che ha dato riscontri anche nella nostra provincia, scoprendo che molti degli utenti si scambiavano video e foto di natura pedopornografica, catalogati in base a criteri d’età, sesso ed etnia, con raccapriccianti abusi su minori compreso neonati, vittime di sadismo. Inoltre condividevano racconti di loro presunte esperienze sessuali con minorenni. Gli investigatori hanno anche potuto localizzare alcuni dei luoghi dove avvenivano gli abusi e a identificare tre vittime minori.

L’operazione Scacco Matto compiuta dalla Polizia Postale di Catania sotto la direzione della procura distrettuale di Catania e in collaborazione con il Centro nazionale di Contrasto pedopornografia on line del servizio Polizia Postale di Roma ha portato a perquisizioni  in diverse province italiane con tre persone arrestate in flagranza (pare sia coinvolto anche un carabiniere) e altre 17 indagate in stato di libertà. Tra queste ultime c’è un bresciano residente a Villa Carcina, comune della bassa Valtrompia, 52 anni sposato con figli e senza precedenti penali. Ora è indagato a piede libero.

La perquisizione in casa del bresciano avrebbe dato risultati interessanti dal punto di vista investigativo con il sequestro di due computer e due memorie esterne. Nei computer sarebbero stati trovati dei file criptati che sono in fase di decrittazione da parte dei tecnici. Per il momento l’indagine è solo all’inizio, ma l’uomo è accusato di detenzione e divulgazione di materiale pedopornografico e di istigazione alla pedofilia.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.