Quantcast

Stupratore arrestato a Carzago

Più informazioni su

E' un marocchino accusato di aver violentato una 12enne a Conegliano.


(red.) Un immigrato marocchino di 24 anni,  Mbaruch Sfcuk, clandestino, abitante presso lontani parenti in provincia di Brescia a Carzago, piccola frazione di Calvagese della Riviera sul lago di Garda, è stato arrestato dai carabinieri di Conegliano Veneto per violenza sessuale aggravata nei confronti di una bambina di 12 anni trevigiana con un lieve deficit psichico.
L’indagine era iniziata il 22 aprile dopo una denuncia dei genitori della vittima, che aveva raccontato in famiglia di aver subito una violenza sessuale da un "uomo nero". Tra i sospettati, in base al racconto della bambina, è finito il 24enne marocchino che in quei giorni era ospite di una famiglia di immigrati, perfettamente integrati a Conegliano.
I carabineri hanno fatto svolgere dal Ris di Parma accertamenti sul liquido biologico recuperato sulla piccola violentata e il confronto con il Dna del sospettato ha dato esito positivo.
Nonostante fosse oggetto di un provvedimento d’espulsione emesso a Treviso dopo l'arresto il 22 aprile scorso per la violazione della legge Bossi Fini, il nordafricano non ha mai lasciato l'Italia ed era tenuto sotto controllo dai militari dell’Arma anche attraverso intercettazioni telefoniche. L'altra notte è stato ammanettato in casa dei parenti di Carzago, che erano all’oscuro della vicenda.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.