Quantcast

Cammarata nei Balcani come ambasciatore di pace in due iniziative

Più informazioni su

Brescia. Il presidente del Consiglio comunale di Brescia Roberto Cammarata è impegnato, come ambasciatore di pace per la città di Brescia, in un viaggio che lo ha portato a Vienna e, da oggi, nei Balcani, per partecipare a due distinte iniziative.
Ieri, martedì 21 giugno, nell’ambito della prima conferenza degli Stati parte del Trattato sulla proibizione delle armi nucleari delle Nazioni Unite, il presidente è intervenuto all’evento “Voices of Civil Society for a nuclear-weapon-free world” organizzato da Mayors for Peace e Ican, al quale hanno partecipato autorità locali di tutto il mondo.

Emblematica la presenza dei primi cittadini delle città simbolo del movimento anti-nucleare: Hiroshima e Nagasaki, bombardate il 6 e il 9 agosto 1945.
Oltre a Cammarata, per l’Italia, era presente l’ex presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini.
Il percorso riparte poi da Sarajevo, dove Cammarata parteciperà al primo viaggio studio sulla rotta balcanica degli Amministratori pubblici bresciani, incontrando realtà istituzionali e della società civile, dialogando con loro, nell’intento di approfondire il fenomeno delle migrazioni lungo questa via, ma anche di portare la solidarietà delle istituzioni e dell’associazionismo bresciano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.