Quantcast

Brescia, il sindaco vieta la vendita di alcolici da asporto in zona stazione

Del Bono ha firmato un'ordinanza in vigore tutti i giorni dalle 14,30 del pomeriggio alle 6 del mattino dal 21 gennaio fino al 25 aprile 2022. Il motivo? Troppi schiamazzi di ubriachi per le strade.

(red.) Il sindaco di Brescia Emilio Del Bono ha firmato un’ordinanza che vieta la vendita per asporto di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione e contenute in qualsiasi recipiente, valida a partire dal 21 gennaio e fino al 25 aprile 2022, tutti i giorni dalle 14,30 alle 6 nelle seguenti vie: F.lli Ugoni (tratto compreso tra via Cassala e P.le Repubblica); Folonari; Piazzale Repubblica; Corsica (nel tratto compreso tra Piazzale Repubblica e via Sostegno); viale Stazione; vicolo Stazione; Togni (nel tratto compreso tra viale Stazione e via Folonar); XX Settembre (tratto compreso tra Piazzale Repubblica e via Saffi); Foppa; Romanino; Solferino (tratto compreso tra viale Stazione e via Saffi); Lattanzio Gambara (tratto compreso tra viale Stazione e via Saffi); Sostegno (nel tratto compreso tra via Corsica e il cavalcavia Kennedy); Privata De Vitalis (nel tratto compreso tra via Sostegno e via Sardegna).
Il divieto riguarda esercizi commerciali, circoli privati, laboratori artigianali, esercizi di somministrazione di alimenti e bevande in genere, nonché i distributori automatici. La decisione è stata presa dopo che nella zona della Stazione è stato evidenziato un eccessivo consumo di bevande alcoliche da parte di persone che indugiano negli spazi pubblici, con la ovvia conseguenza del manifestarsi di schiamazzi, tali da turbare la quiete pubblica, e di comportamenti che ledono la civile convivenza. Le violazioni saranno punite ai sensi dell’art. 650 del codice penale, il controllo è demandato agli organi di Polizia Statali e alla Polizia Locale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.