Quantcast

Cimitero Vantiniano, blitz natalizio dei genitori dei bimbi non nati

Nella mattina di questa domenica hanno cercato di sistemare un piccolo albero di Natale nell'area dove di trovavano le tombe dei piccoli. Ma hanno trovato la Digos e il luogo recintato.

(red.) Continua la polemica tra l’opposizione e la maggioranza di Palazzo Loggia sulle tombe dei bambini non nati, rimosse per ordine dell’amministrazione comunale dal cimitero Vantiniano di Brescia. Si tratta di 2.500 tombe di piccoli mai nati o deceduti durante il parto, che il comune di Brescia ha fatto rimuovere.
Alcuni genitori sostengono che l’operazione si è svolta a loro insaputa, mentre l’assessore responsabile, Valter Muchetti, ribatte che le regole di trasparenza e informazione sono state rispettate con il cartello esposto nel cimitero e gli annunci sul sito del comune.
Nella mattina di questa domenica una delegazione di genitori si è recata nell’area del camposanto dove si trovavano le tombe, per depositare un piccolo albero di Natale: un’operazione di un certo rilievo mediatico, immortalata dai fotografi. L’area era però delimitata da un nastro bicolore che vietava l’accesso e uomini della Digos della questura si trovavano sul posto per avvertire i genitori che se avessero posizionato l’albero valicando la recinzione avrebbero rischiato una denuncia e una multa.
Ma chi ha fatto recintare la zona e come mai qualcuno aveva preventivamente avvisato la polizia del blitz, organizzato teoricamente in maniera riservata? Questo è quello che si sono chiesti i genitori, sostenuti dagli esponenti leghisti Simona Bordonali e Fabio Rolfi e da Paola Vilardi di Forza Italia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.