Quantcast

L’opposizione in Loggia: “Perché il centrosinistra non vuole il Garante per gli anziani?

Tacconi, Vilardi, Natali, Margaroli, Ghidini, Bordonali, Fantoni, Gastaldi, Giori Cappelluti, Maggi, Fontana, Calovini hanno firmato un documento contro il comportamento della maggioranza: "Il sindaco deve spiegare".

(red.) “I cittadini anziani sono una componente fondamentale della società, dell’economia e della cultura della città di Brescia ed è per questo che dobbiamo garantire la piena tutela dei diritti che sono loro costituzionalmente riconosciuti”, si legge in una nota congiunta firmata dai consiglieri comunali di Brescia del centrodestra (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia), più Mattia Margaroli del Gruppo Misto e Guido Ghidini del Movimento5Stelle. “I gruppi consiliari di centrodestra hanno proposto una mozione unitaria per istituire il Garante comunale per i diritti delle persone anziane, già presente in numerosi comuni italiani a partire dalla capitale, Roma, e in diverse regioni”.

“Oggi è stata votata all’unanimità l’istituzione del Garante per l’infanzia”, continua il documento delle opposizioni in Loggia. “La nostra intenzione era quella di completare il percorso di attenzione del consiglio comunale nei confronti delle categorie più fragili istituendo una figura che potesse tutelare le persone anziane. Il centrosinistra, ad eccezione di Guindani che ha votato a favore e di Gorruso che si è astenuto, ha fatto una scelta cinica e faziosa, mettendo come spesso accade l’interesse di parte prima del bene dei bresciani”.

“Riteniamo che il voto negativo di oggi sia un atto molto grave che dimostra una scarsa sensibilità ed attenzione dell’amministrazione Del Bono verso le esigenze sociali della città”, scrivono Massimo Tacconi, Paola Vilardi, Gianpaolo Natali, Mattia Margaroli, Guido Ghidini, Simona Bordonali, Michela Fantoni, Melania Gastaldi, Davide Giori Cappelluti, Michele Maggi, Paolo Fontana, Giangiacomo Calovini. “Chiediamo al sindaco di spiegare ai bresciani la scelta fatta dalla sua parte politica e di assumersene la responsabilità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.