Quantcast

Smog, “ma nel 2013 Del Bono non aveva promesso di cambiare aria?”

Più informazioni su

(red.) “Brescia è ancora nella top five delle città con l’aria peggiore d’Italia. Chi nel 2013 si è fatto eleggere promettendo di cambiare l’aria ha fallito clamorosamente. Aspettiamo di leggere e sentire le solite scuse, il solito scaricabarile sulla Regione e i soliti verbi al futuro. La realtà è che Brescia in materia ambientale sta registrando un record negativo dietro l’altro. Inquinamento, Caffaro, sequestri, inchieste, qualità dell’aria. Problematiche irrisolte da tempo, nonostante commissari, annunci e tagli di nastro in favore di telecamere. Un biglietto da visita non proprio gratificante in vista del 2023, anno in cui Brescia sarà capitale italiana della cultura”. Lo dicono in una nota i consiglieri comunali della Lega in merito al dossier Mal’aria 2021 di Legambiente.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.