Quantcast

Ascensore in Castello, Verdi: “Scelta politica della giunta Del Bono”

(red.) I Verdi Europa Verde di Brescia sono tornati sull’ascensore del Castello di Brescia. “La questione”, spiegano gli ambientalisti in una nota, “sta dimostrando ancora una volta l’opacità dell’azione della Giunta che non tiene conto del sondaggio fatto dal giornale di Brescia, dove il 72% dei cittadini bresciani non lo vuole e lo ritiene uno spreco di denaro pubblico”.

“In pieno Agosto (4 di agosto e nel totale silenzio)”, prosegue la nota, “la giunta del Bono delibera e ha dato mandato a Brescia Mobilità di procedere  allo sviluppo del progetto e predisporre la deliberazione per la specifica localizzazione dell’impianto. Venerdì 3 settembre è stata convocata una commissione consiliare Istruzione, Cultura, Sort, e politiche Giovanili con il seguente ordine del giorno: Illustrazione del progetto di fattibilità tecnico- economico del nuovo sistema di collegamento meccanizzato tra Fossa Bagni e il Castello di Brescia. Quindi vi è stata un’ulteriore accelerazione sull’opera senza che i cittadini siano stati adeguatamente informati su un progetto tanto dispendioso quanto impattante a livello paesaggistico. La scelta di questa maggioranza è puramente politica: ignorare quello che vogliono i cittadini di Brescia e andare avanti”.

Secondo i Verdi sta ai cittadini bresciani e alle forze politiche dimostrare che, le scelte, si assumono con e non contro gli interessi della gente come sta facendo questa amministrazione. “Per questo e un preciso dovere di un Sindaco ascoltare quel 72% di popolazione cittadina che è contraria a questa scelta, i cinque milioni messi a bilancio in questo progetto potrebbero essere utilizzati per altri scopi, come aiutare i nostri commercianti in grande difficoltà per la pandemia, investire nelle politiche ambientali verdi (non solo a parole) visto che Brescia detiene il triste record di una delle  città più inquinate d’Europa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.