Natali (FdI): “Brescia apra le Ztl e azzeri il costo dei parcheggi”

Secondo il consigliere comunale in questo momento è necesssario alleggerire il trasporto pubblico.

(red.) Un atto di coraggio. Un piccolo-grande sforzo per dare un segno di vicinanza al territorio e individuare soluzioni concrete in questo momento drammatico legato alla seconda ondata del Covid-19. È quello che Gianpaolo Natali, presidente della commissione Bilancio del Comune di Brescia e consigliere di Fratelli d’Italia, chiede nell’immediato all’amministrazione comunale.

Sotto i riflettori l’emergenza trasporti, che rimane in tutta evidenza tra i nodi cruciali nella lotta al contenimento della pandemia. “Non passa giorno che non si assista inermi alla vista di autobus stracolmi di ragazzi e lavoratori ammassati. In una situazione così pesante come quella che stiamo nuovamente vivendo e che, a distanza di mesi ci coglie così drammaticamente e colpevolmente impreparati, chiedo al Comune di Brescia un’azione tempestiva e tangibile per incentivare il trasporto privato e dare così nuovo respiro a quello pubblico, ancora troppo congestionato e pertanto veicolo di contagio per gli utenti”, dichiara Natali.

 

L’idea è quella di aprire temporaneamente le ZTL e azzerare anche i costi dei parcheggi cittadini, andando così a favorire gli spostamenti con mezzi propri e alleggerire il carico insostenibile di autobus e metropolitana. Un’azione semplice ma al contempo importante che darebbe, tra l’altro, anche una mano alle attività del centro storico, già da tempo notoriamente agonizzanti. Il tutto vista anche la chiusura nel weekend dei centri commerciali sancita dal DPCM che potrebbe dirottare l’attenzione verso i piccoli esercizi” precisa Natali. Per il Comune si tratterebbe di un sacrificio significativo ma prezioso: “Sono ben conscio che per le casse comunali si configurerebbe una significativa perdita degli introiti, ma sono altresì convinto che, vista l’attuale contingenza, sia preferibile tutelare la salute e la sicurezza dei cittadini, che sono oggi la vera priorità. Una azione temporanea ma utile e, solo agendo velocemente e in tutti i modi possibili, possiamo dare un contributo sensato, e ahimè sempre più necessario, al contenimento del contagio”, conclude Natali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.