Quantcast

Inquinamento, dodici regole per i cittadini

Presentato un opuscolo di indicazioni che sarà distribuito a Brescia città e negli altri 26 comuni del protocollo. In attesa di misure strutturali da Regione.

Più informazioni su

(red.) Giovedì 23 febbraio a palazzo Loggia, a Brescia, è stato presentato un opuscolo di 32 pagine con le buone regole per ridurre l’inquinamento nell’aria. Brescia, infatti, sta per superare i 35 giorni, consentiti in un anno dall’Europa, per il superamento delle polveri sottili. In più, sono in corso varie limitazioni per il riscaldamento e il traffico, tanto che le auto euro 3 diesel non possono circolare per buona parte del tempo. Ma se da una parte tentano le istituzioni di rendere meno impattante l’inquinamento, dall’altra si invitano i cittadini a prendere in considerazione diverse regole.

Sono dodici, in tutto, quelle presentate dall’assessore all’Ambiente Gianluigi Fondra con l’osservatorio “Aria bene comune”. E’ stato sottolineato come il livello di inquinamento da pm 10 sia dovuto, per oltre un terzo, al movimento degli oltre 1 milione di veicoli in provincia. Riscaldamento e attività industriali, invece, incidono per l’11%. Sul fronte ambientale, Brescia sta facendo squadra con Bergamo e Mantova per chiedere un tavolo tecnico in Regione Lombardia e definire misure più strutturali.

A partire dal limite di velocità più ridotto sulle tangenziali e le autostrade. Nel frattempo, arriva l’opuscolo che sarà distribuito tra tutti i quartieri della città e negli altri ventisei comuni aderenti al protocollo. Tra alcune regole, per esempio, spostamenti in bicicletta, metropolitana o autobus, poi riscaldamento al minimo in casa quando si è fuori, carsharing e car pooling, ridurre il limite di velocità su tangenziali e autostrade ed evitare di fare attività sportiva all’aperto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.