Quantcast

Degrado, ordinanza al Primo Maggio

Un'ordinanza sindacale obbliga i proprietari di due terreni tra via Rose e via Divisione Acqui a dare un'aggiustata alla vegetazione.

(red.) Il degrado e l’incuria non possono essere tollerati. Per questo motivo il sindaco di Brescia, Emilio Del Bono, ha invitato i proprietari di un terreno collocato tra via Lunga, via Divisione Acqui e via Rose a riportare quanto prima l’area in loro possesso in condizioni accettabili e decorose, concordando tempestivamente gli interventi con gli uffici comunali competenti.
La zona, spiega una nota, giace in stato di grave abbandono. Piante, arbusti e sterpaglie sono cresciuti ovunque e, a causa della mancanza di pulizia e dell’assenza di manutenzione del verde, i marciapiedi non possono essere utilizzati in sicurezza dai pedoni. Una situazione insostenibile, secondo l’amministrazione, per la quale il sindaco ha chiesto anche una verifica delle condizioni di potenziale pericolo, coinvolgendo anche altri enti. Trattandosi di un’area compresa nel sito di interesse nazionale Brescia Caffaro, tutte le operazioni di sistemazione dovranno attenersi a specifiche disposizioni per quanto riguarda il materiale da asportare.
Nel caso in cui la proprietà del terreno non provveda a pulire la zona, verranno emanati i conseguenti provvedimenti.

[imagebrowser id=148]

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.