Quantcast

Demanio, “no” al parcheggio Goito e Campo Marte

La Loggia ha ottenuto di acquisire tre immobili dello Stato, ma ha incassato il diniego sull'area accanto all'ex caserma e alla "Casa del custode".

Più informazioni su

(red.) Tempo di “shopping immobiliare”per il Comune di Brescia. Così come prevede il Federalismo Demaniale, progetto avviato nel 2010 divenuto operativo però solo nello scorso autunno grazie al decreto del “Fare” che ha snellito le procedure per i trasferimenti di terreni ed immobili dello Stato agli enti locali.
In questo modo la Loggia potrà acquisire tre immobili sul territorio cittadino: si tratta dell’Ex Casa del Fascio, a Fornaci (valore inventariale 474.500 euro), un appartamento con box a Urago Mella, in via Luigi Fè d’Ostiani (valore 110mila euro) ed un fabbricato con annesso terreno alla Badia, in via Badia 86. Non sono invece state accolte analoghe richieste di acquisizione per il parcheggio Goito, in città, a fianco dell’omonima caserma, e quella per la palazzina di Campo Marte, nell’omonimo parco cittadino.
I due appartamenti ed il terreno verranno venduti e il 75% del ricavato andrà alla Loggia e dovrà essere utilizzato per saldare i debiti amministrativi, mentre il restante 25% sarà “girato” a Roma, al Fondo ammortamento titoli di Stato.
Martedì 26 agosto la Giunta ha deliberato la volontà di entrare in possesso di questi tre immobili (a titolo gratuito). Il prossimo passaggio è l’approvazione in Consiglio comunale e quindi, in caso di via libera, al trasferimento dal Demanio.
Il “no” è invece arrivato per le richieste relative al parcheggio Goito e alla palazzina di Campo Marte. Per il primo caso il Comune ha deciso di rinunciare, poichè nella ex caserma potrebbero torvare sede i nuovi uffici della Prefettura e quindi il parcheggio potrebbe essere utilizzato per esigenze di servizio, mentre ha stabilito di opporsi al diniego sull’immobile del parco citatdino, presentando una nuova richiesta.
Nel progetto della Loggia, infatti, la “Casa del custode”, all’interno del piano di riqualificazione dell’area, potrebbe diventare spazio per spogliatoi, servizi igienici e magazzini.

La LOggia ha infatti

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.