Quantcast

Pgt, “affermazioni di Vilardi pretestuose”

Il capogruppo del Pd in consiglio comunale, Fabio Capra, ha criticato le affermazioni dell'ex-assessore. Forse non ha ancora realizzato che ha perso le elzioni".

(p.f.) Pretestuose, gratuite e per certi versi impudenti. Così il capogruppo del Pd bresciano Fabio Capra definisce le affermazioni dell’ex assessore all’urbanistica Paola Vilardi, che negli ultimi giorni, non da ultimo nella commissione di martedì 15 ottobre, ha definito irresponsabili e clientelari le prime azioni della giunta Del Bono in termini di urbanistica.
«Forse non ha ancora realizzato che ha perso le elzioni e che una delle cause principali è proprio l’aver consegnato ai bresciani un Pgt che prevede una città da 220mila abitanti, con una colata di cemento senza precedenti e nuovi centri commerciali. Inoltre», incalza Capra, «ravvisiamo una contraddizione: Vilardi critica la maxivariante come strumento inadatto a cambiare le cose, quado lei stessa, a due mesi dal varo del Pgt, ha presentato una variantina, che noi per altro abbiamo discusso e approvato nell’ultimo consiglio».
Ma quale sarà il Pgt della giunta a guida Del Bono? «Con la maxi variante», prosegue Capra, «cambieremo questo Pgt intriso di cemento e centri commerciali con un piano che abbia una maggiore sostenibilità ambientale, economica e sociale. Daremo un volto nuovo ad una città colpita da traffico veicolare e inquinamento». Il metodo sarà quello della partecipazione sia della cittadinanza che delle altre forze politiche. «Lo faremo coinvolgendo l’opposizione che vorrà collaborare, anche avendo idee diverse. Collaborare», dice Capra, riferendosi alla consigliera di Pdl -Forza Italia Vilardi, «non vuol dire ributtarci addosso critiche pretestuose e impudenti».
Un percorso che durerà un anno e mezzo, in cui la giunta e i consiglieri andranno nei quartieri per incontrare le associazioni interessate e i cittadini. «Il nostro Pgt rilancerà il commercio di vicinato, cercheremo di trovare, col concorso di tutti, il modo di scongiurare l’apertura di nuovi centri commerciali, usando tutte le opportunità a disposizione». Aperture per un confronto serio sono arrivate dal M5S, Francesco Onofri, persino la Lega e la lista Civica per Paroli. «Troviamo contrapposizione solo dal Pdl- FI, giusificata dal fatto che hanno perso le elezioni e non se ne capacitano», conclude Capra.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.