Quantcast

Pcb, al via la caratterizzazione

Si inizia nei parchi delle scuole di Chiesanuova, Calvino e Deledda. Appalto da 20 mila euro per l'ingegnere Chiara Miele, perito del Tribunale, esperta in materia di bonifiche.

(p.f.) Dopo l’appostamento nel bilancio previsionale 2013 di 1 milione di euro per la bonifica dei parchi delle scuole di Chiesanuova, Calvino e Deledda, parte il processo che porterà auspicabilmente ad iniziare i lavori a conclusione dell’anno scolastico 2013-2014.
“Per iniziare il percorso”, ha spiegato il sindaco Emilio Del Bono al termine della giunta, “è stato deciso l’affidamento di incarico professionale per la caratterizzazione di Deledda, Calvino e anche del parco Parenzo. Si tratta di un parco esteso, in parte giallo e in parte rosso, sulla base dell’ordinanza. La parte interdetta è quella a fianco della Deledda”.
L’affidamento di incarico professionale riguarda la caratterizzazione, la progettazione e le indagini geofisiche del terreno. Per questi tre incarichi, per cui sono stati appostati 20.000 euro, è stata individuata l’ingegnere Chiara Miele, perito del Tribunale, esperta in materia di bonifiche. “Quando abbiamo deciso di fare le caratterizzazioni per la porzione di Parenzo”, ha spiegato l’assessore Gianluigi Fondra, “bastavano 5mila euro, ma non ce li avevamo perché non c’era il bilancio di previsione”.
La giunta ha anche deliberato la riapertura dello sportello per le vittime di violenza, che riparte con la dizione di progetto. I cittadini bresciani vittime di furti, estorsioni, rapine avranno diritto ad un supporto economico, alla facilitazione nella riproduzione dei documento e ad un supporto psicologico. ォLa novitàサ, ha spiegato l’assessore alla polizia municipale Valter Muchetti, “è che il servizio di supporto psicologico sarà aperto anche ai commercianti con resideza a Brescia. Iniziamo con quelli residenti, ma se ci sarà la possibilità estenderemo anche agli altri”.
La giunta ha infine deliberato l’estensione del progetto di educazione stradale della Polizia municipale nelle scuole. “Oltre all’educazione stradale”, ha aggiuto Del Bono, “offriamo alle scuole anche un altro tipo di attività, ridefinito come educazione alla legalità. Dobbiamo partire dai bimbi per insegnare il rispetto del bene pubblico”. “Risorse aggiuntive”, ha concluso Muchetti, “anche per il bullismo. Un pacchetto importante, per un salto di qualità per l’educazione dei nostri bambini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.