Quantcast

Brescia Mobilità: «Bilanci certificati»

La partecipata del Comune, dopo le dichiarazioni del sindaco Del Bono, ha puntualizzato la situazione patrimoniale della società, respingendo l'ipotesi di «buchi».

(red.) Dopo la richiesta da parte della Giunta di Emilio Del Bono di fare chiarezza sui conti pubblici delle partecipate del Comune di Brescia, dichiarazioni emerse durante la seduta  di approvazione del bilancio di Brescia Mobilità SpA, la Società, ha inviato una nota nella quale puntualizza alcuni aspetti della vicenda.
«Il bilancio di Brescia Mobilità», si legge nel documento, «chiude il 2012 con un utile di 110.519 euro e questo avendo comunque assorbito mancati corrispettivi da parte del Comune di Brescia per i contratti di servizio in corso con Brescia Mobilità, completamente rispettati dalla società, per euro 2.100.000. Va da sé che ove tali corrispettivi fossero stati erogati l’utile sarebbe stato proporzionalmente e di gran lunga maggiore».
«Il bilancio di Brescia Trasporti SpA chiude il 2012 con un utile di 171.207 euro e questo avendo comunque assorbito mancati corrispettivi da parte del Comune di Brescia per i contratti di servizio in corso per euro 3.100.000. Va da sé che ove tali corrispettivi fossero stati erogati l’utile sarebbe stato proporzionalmente e di gran lunga maggiore», mentre «il bilancio di Sintesi SpA chiude il 2012 con un utile di euro 46.031;il bilancio di Metro Brescia società a responsabilità limitata chiude il 2012 con un piccolo utile».
«Anche APAM Esercizio SpA, per il tramite di NTL srl, (Brescia Trasporti detiene il 50% delle azioni di NTL, insieme con ATB Bergamo SpA), chiude il 2012 con un utile di euro 391.629».
«OMB International srl, dopo 3 anni di utile, ha chiuso il 2012 con un disavanzo di euro 1.198.006 e la società OMB ha approntato un piano industriale triennale di recupero di utilità che vede l’aumento del fatturato e l’utile già dal 2013», viene sottolineato.
«Il bilancio consolidato di Gruppo ha chiuso con un disavanzo di -2.782.000 euro, con la doverosa precisazione che il bilancio consolidato va letto in modo tecnico, sapendo che, rispetto alla sommatoria dei singoli bilanci vengono eliminate le partite infra-gruppo tra le varie Società», viene puntualizzato da Brescia Mobilità. «Anche in questo frangente va ricordato che ove i 5,2 milioni di euro di corrispettivi dovuti da parte del Comune fossero stati erogati, l’utile da consolidato sarebbe stato di almeno 2,4 milioni di euro».
La società  sottolinea che «i bilanci sopra esposti sono stati approvati dagli organi competenti e tutti certificati da società indipendente. Pertanto la paventata ipotesi di risultati negativi molto superiori (riportati impropriamente come “buchi”) è destituita di alcun fondamento».
«Il Gruppo Brescia Mobilità si occupa di: trasporto pubblico su gomma in Brescia, Comuni contermini ed altri Comuni, quali Desenzano, Mantova, etc., servizi scolastici e noleggio Gran Turismo, servizi HBus per disabili, parcheggi in struttura in Brescia e in alcuni Comuni della Provincia, parcometri in Brescia e in alcuni Comuni della Provincia, semafori, ZTL, telecamere di controllo del traffico e sistema di videosorveglianza per la sicurezza cittadina, multaphot, City Logistics, Bicimia, impianti fotovoltaici e speciali, studi e progetti di mobilità e di realizzazione di arredo e infrastrutture viarie, produzione e vendita di compattatori, cassonetti, autobus ibridi, sistemi per la raccolta integrata e biotrituratori e occupa complessivamente, con Metro Brescia e APAM Esercizio, 1206 addetti, con un fatturato complessivo (sommatoria dei fatturati delle Società) di 123 milioni di euro, ed una previsione di supero dei 150 milioni di euro nel 2013».
«La società», continua la nota, «ha inoltre realizzato, per conto del Comune, la Metropolitana di Brescia, che oggi gestisce, avendo traghettato il progetto attraverso le molteplici e complesse difficoltà, anche economiche e finanziarie, che hanno caratterizzato e come sempre caratterizzano progetti di questa portata, assai rari da vedersi completati nei tempi e nei modi che hanno distinto la Metropolitana di Brescia».

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.