Quantcast

Commissioni ‘a dieta’: passano da 11 a 9

Approvata, nella riunione dei capigruppo, la riduzione del numero di commissioni comunali. Restano otto i commissari. A votare contro solo Margaroli del Pdl.

Più informazioni su

(red.) Contrazione nel numero delle commissioni in Loggia, con la proposta (approvata) del Movimento 5 stelle di accorpare Bilancio e Partecipate. Una proposta che ha visto il voto contrario solo del Pdl, mentre la Lega Nord si è astenuta.
Questo il risultato della riunione dei capigruppo convocata per lunedì 8 luglio dal presidente del Consiglio comunale di Brescia, Giuseppe Ungari.
Le commisisoni sono così passate da 11 a 9, ma il numero dei commissari è rimasto fermo a 8.
All’opposizione la presidenza della commissione Bilancio, che, come proposto dalla grillina Laura Gamba, accorperà anche Controllate e Personale. Alla fine, dunque, dopo una serie di riunioni e di discussioni, è stato trovato l’accordo e anche i “civici” Gamba ed Onofri hanno votato sì.
Il capogruppo del Carroccio Fabio Rolfi si è invece astenuto mentre Mattia Margaroli del Pdl ha votato contro perché in opposizione con la decisione del capogruppo Pd Ungari di abbandonare la riduzione del numero di commissari a 6, lasciandolo invece a 8, con un rapporto di rappresentatività tra maggioranza ed opposizione di cinque a tre.
Una scelta che per Margaroli è solo di facciata e che ha avuto come risultato la riduzione da due ad una delle commissioni detenute dall’opposizione.
La riduzione del numero di commissioni, è stato stimato, permetterà un risparmio di circa 200mila euro in cinque anni.
Martedì 16 luglio, alle 15, è fissato il prossimo consiglio comunale: all’ordine del giorno, oltre alle  modifiche al regolamento per il taglio di tre commissioni (grandi impianti, personale e controllate) e la costituzione della commissione Ambiente, separata da quella dell’Urbanistica, anche la comunicazione del sindaco Emilio Del Bono sullo stato dei conti pubblici.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.