Rsa, “sconto” sulle rette in sei strutture

Una convenzione tra Comune e residenze socio-assistenziali per anziani della provincia consentirà un risparmio di circa 300 euro alle famiglie.

Più informazioni su

(red.) Cinque euro di “sconto” al giorno sulla retta a carico degli anziani ospiti delle Rsa, le residenze sanitarie assistenziali.
Che passano così da 15 a 10 euro, con un risparmio medio per le famiglie pari a 300 euro mensili.
L’accordo è stato siglato, in via sperimentale e fino alla fine dell’anno, tra sei Rsa della provincia e l’assessorato ai servizi sociali del Comune di Brescia.
Le strutture che hanno aderito sono la “Cacciamatta” di Tavernola Bergamasca; gli “Anni Azzurri”di Rezzato; il “Richiedei” di Gussago; la “San Vincenzo” di Piadena; il “Villaggio San Francesco-Anni Azzurri” di Villanuova sul Clisi e la “Colosio” di Rodengo Saiano.
Una convezione che, a fronte della riduzione delle risorse nel comparto Servizi Sociali, potrebbe consentire alla Loggia di risparmiare fondi da utilizzare diversamente.
Approvata anche un’altra delibera, di natura commerciale, che riguarda gli ambulanti, parificati a tutti coloro che gestiscono un chiosco su suolo pubblico in città.
Ciò consentirà di rinnovare le concessioni decennali per l’occupazione del suolo, consentendo a molti commercianti di poter continuare la propria attività che era altrimenti a rischio chiusura, non essendo più rinnovabile la licenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.