Centro Padane per lavori sulle strade bresciane

Società divisa a metà come quote tra Brescia e Cremona. Ora si aspettano Mantova e la Regione. Sarà un gruppo a controllo pubblico per i cantieri sulle vie.

(red.) Ieri, lunedì 24 settembre, è nata Centro Padane srl con un capitale sociale di un milione di euro distribuito a metà tra le province di Brescia e Cremona e per progettare e dirigere i lavori che interessano le due zone. Ora si attende anche Mantova e soprattutto la Regione Lombardia. Sempre ieri il Consiglio provinciale di Brescia ha approvato l’acquisizione del 50% delle quote e lo stesso succederà con Cremona, mentre da giovedì 27 settembre Centro Padane srl sarà pienamente operativa e autonoma.

In realtà, questa operazione non comporterà alcuna spesa per i due enti dopo la distribuzione di oltre 3,2 milioni da parte della “madre” di Centro Padane, di cui i 500 mila proprio di Cremona e 740 mila a Brescia (500 mila in Centro Padane Srl, il resto nelle casse di palazzo Broletto). E c’è chi punta a impiegare la società anche come utili da usare per sgravare i costi sui Comuni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.