Quantcast

Molgora: “La giunta resta fino a dicembre”

Il presidente ha annunciato che rimarrà fino al trasferimento dei poteri. Con lui anche tutti gli assessori tranne due.

(red.) La Provincia di Brescia è come una nave che affonda, ma il comandante non ha intenzione di lasciarla, fino all’ultimo. L’inabissamento ufficiale dell’ente è previsto il 31 dicembre prossimo, ma il presidente Daniele Molgora ha deciso che fino ad allora terrà saldamente il timone.
Lo ha ribadito martedì 17 giugno in occasione dell’addio ufficiale dell’ente smobilitato dal decreto Delrio.  «La nostra permanenza è legata al lavoro che c’è ancora da fare». Con lui infatti è rimasta anche la squadra degli assessori: Aristide Peli, Maria Teresa Vivaldini, Dotti, Romele, Mandelli, Tomasoni, Razzi. Tutti fedeli al comandante, tranne due  Mario Maisetti e Aurelio Guarneri che hanno preferito abbandonare l’avventura prima del tempo.
Certo si tratta di un addio solo posticipato e senza escludere una buona dose di amarezza, per un lavoro lasciato a metà, di cui si incolpa l’attuale governo renzi.«Èuno schiaffo ai territori – ha ribadito Molgora -, ma noi non abbandoniamo il Broletto. Dobbiamo concludere progetti importanti, anche se non ci sentiamo dei traghettatori. Penso alla strada della Valsabbia (venerdì scorso in Giunta è stato approvato il progetto, ndr), all’autostrada della Valtrompia o alla scuola audiofonetica. Fino al Made in Provincia di Brescia. Non possiamo lasciare dei buchi decisionali ». E Peli non tralascia una stoccata:  «Resterò per poco, ma mi chiedo una cosa: perché non c’è già una struttura funzionante per questo passaggio di consegne? Aspetto una bella nevicata a novembre: vedremo cosa accadrà».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.