Quantcast

La depurazione non c’è? Si restituiscono i soldi

La tassa era stata introdotta nel 2000 ma il servizio in molti Comuni non era mai stato attivato. Ora la Provincia ritornerà quanto pagato nel 2003-2008.

(red.) Sono passati 11 anni, ma per i debiti non esiste prescrizione. Nemmeno per quelli contratti dall’Amministrazione pubblica. I cittadini di 38 comuni bresciani vedranno restituirsi nei prossimi mesi quanto versato indebitamente alla Provincia per la depurazione dell’acqua. Una tariffa che i bresciani sono stati costretti a versare, diciamo così,  a buon rendere. Sì perché in tutti questi anni (la tassa è stata introdotta nel 2000) il servizio non è mai stato attivato.
La vicenda è nota: la tariffa per la depurazione è stata introdotta per tutti nel 2000, sia per chi godeva del servizio sia per chi ancora ne era (ed è) sprovvisto. La Corte costituzionale, nel 2008, ha però dichiarato illegittima la norma, sospendendo i pagamenti e dichiarando retroattivo di cinque anni il provvedimento.  Per i primi tre anni, quindi, quanto pagato è purtroppo andato perso, ma nei prossimi mesi verrà rimborsato il quinquennio 2003-2008.
Se è il Comune il responsabile del servizio, allora spetterà ad esso la compensazione, altrimenti ci sarà un abbuono del gestore sulle future bollette. Tutto ciò è stato deliberato mercoledì 21 maggio
 nel bilancio di previsione 2014 e comunicato dal direttore dell’Ufficio d’ambito Marco Zemello nell’apposita commissione del Broletto.
Certo sarà strano vedersi recapitare una bolletta al rovescio, con un addebito invece che un credito da risolvere. Ma siamo convinti che la sorpresa sarà pari al sollievo. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.