Via Sorbanella, «mai più traffico in tilt»

Provincia e Comune stanzieranno 365 mila euro per la costruzione di un sistema permanente di drenaggio della falda che eviterà problemi futuri.

(red.) È dal 2010 che le falde acquifere di Brescia si stanno innalzando. Il problema, dovuto soprattutto al minor utilizzo dell’acqua da parte delle aziende, è noto da tempo alle amministrazioni, e più di una volta in passato aveva minacciato la circolazione, spiecialmente in corrispondenza del raccordo fra la tangenziale Sud e quella Oves, in zona Eib, e in via Sorbanella. Ma finora gli interventi erano stati sporadici e occasionali. Quando le piogge si facevano più intense e le vasche non riuscivano più a contenere e a far defluire adeguatamente l’acqua, il Comune metteva in funzione le pompe idrovore.
La continua ripresentazione del fenomeno (l’ultimo a luglio) ha convinto Broletto e Loggia ad accordarsi sulla risoluzione del problema. Conun accordo di programma che sarà firmato in questi giorni, i due enti metteranno a disposizione 365mila euro (metà ciascuno) per la costruzione di un impianto di sollevamento a tre pompe della vasca di raccolta delle acque meteoriche di drenaggio, da realizzare nell’area di via Sorbanella, dove convogliano le piogge raccolte in tangenziale.
Per promuovere l’iniziativa e comunicarla all’opinione pubblica i rispettivi assessori Valter Muchetti e Maria Teresa Vivaldini, hanno tenuto una conferenza stampa proprio in via Sorbanella. «Abbiamo trovato un accordo per non arrivare ogni volta all’ultimo minuto e mandare in tilt il traffico», ha dichiarato Muchetti. Dello stesso parere la Vivaldini: «Con il Comune risolveremo il problema una volta per tutte».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.