Quantcast

A Roma il “problema Brescia”

Più informazioni su

A Palazzo Chigi si è fatto il punto sui disservizi per le toghe bresciane.


(red.) A Roma si lavora per sbloccare la situazione del Palagiustizia di Brescia. Mercoledì scorso, a Palazzo Chigi, si è infatti tenuta una riunione, presieduta dal segretario generale della Presidenza del Consiglio, Carlo Malinconico, con al centro la situazione logistica ed organizzativa degli uffici giudiziari di Brescia.
Nel corso della riunione, cui hanno partecipato il Prefetto di Brescia, Francesco Paolo Tronca, il vice capo di Gabinetto del ministero degli Interni, Isabella Giannola, e il capo del dipartimento dell'organizzazione giudiziaria del ministero della Giustizia, Claudio Castelli, si è compiuta un'analisi accurata dei diversi problemi riferiti alle strutture giudiziarie della nostra città, dall'apertura del nuovo palazzo di giustizia (pronto da tempo, ma fermo per intoppi burocratici ed economici) alle esigenze del personale togato e amministrativo.
Secondo quanto recita un comunicato, nell’incontro sono stati poi individuati “obiettivi di breve e medio termine per dare risposta a tali necessità, ed è stato convenuto che le iniziative coordinate, in sede centrale e locale, saranno costantemente monitorate nel corso di futuri periodici incontri".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.