Quantcast

Chiari, Brebemi sperimenta la ricarica elettrica wireless

Il progetto si chiama "Arena del Futuro": il tratto di strada che ricarica le auto elettriche al passaggio presenta un particolare strato di pavimentazione alimentato da 1 Megawatt.

(red.) L’Autostrada A35 Brebemi (Brescia, Bergamo e Milano) sperimenta un tratto di strada che permette la ricarica induttiva e dinamica senza contatto di veicoli elettrici, auto, veicoli commerciali e autobus. La sperimentazione riguarda circa 1 km di strada, dove è stata realizzata una speciale pavimentazione stradale particolarmente resistente all’usura e ad alta carica induttiva.

Il progetto si chiama “Arena del Futuro” e vi partecipano Case auto, aziende del mondo elettrico e delle telecomunicazioni e Università. Il progetto ha visto anche la collaborazione di Stellantis.
Il tratto di strada che ricarica le auto elettriche al passaggio presenta un particolare strato di pavimentazione alimentato da 1 Megawatt. L’ “Arena del Futuro” sorge in un’area privata dell’autostrada A35, nelle vicinanze dell’uscita Chiari Ovest.

In questi giorni è terminata la costruzione e l’implementazione tecnica del circuito della lunghezza di 1.050 metri, alimentato con una potenza elettrica di 1 MW. I primi veicoli alimentati con questo sistema hanno macinato chilometri di test. Si tratta della 500 elettrica e del Bus Iveco E-Way, che per il test sono stati equipaggiati con il sistema di ricarica wireless della batteria (DWPT).
Grazie al DWPT, i veicoli elettrici possono ricaricarsi viaggiando su corsie cablate attraverso un innovativo sistema di spire posizionate sotto l’asfalto. Questa tecnologia è adattabile a tutti i veicoli dotati di un apposito “ricevente”, che trasferisce direttamente l’energia necessaria a far caricare e far viaggiare gli stessi.

Nel progetto “Arena del Futuro A35 Brebemi” è stata messa a punto anche una connettività avanzata mediante tecnologie IOT (Internet of Things) studiate in loco, che garantirà la massima sicurezza stradale consentendo alle autostrade e alle strade di divenire smart e dialogare con i veicoli che la percorrono (pronta per la futura guida autonoma).
La pavimentazione stradale dell’A35 Brebemi, inoltre, è stata studiata e realizzata per renderla più durevole senza alterare l’efficienza e l’efficacia della carica induttiva.

Al progetto collaborano A35 Brebemi-Aleatica, ABB, Electreon, FIAMM Energy Technology, IVECO, IVECO Bus, Mapei, Pizzarotti, Politecnico di Milano, Prysmian, Stellantis, TIM, Università Roma Tre e Università di Parma.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.