Quantcast

Parte da Brescia il progetto “Stupor Mundi”, maison gastronomica e artistica

Più informazioni su

(red.) Parte da Brescia il progetto “Stupor Mundi”, il nuovo brand lanciato sul mercato dalla società bresciana SMG Meeting. “Meraviglia del mondo, come l’appellativo attribuito all’imperatore e re di Sicilia, Federico II di Sveviaper la grandissima curiosità intellettuale. “Allo stesso modo, la maison gastronomica e artistica di SMG Meeting, dedicata ai servizi di ristorazione e catering di alto livello, promette meraviglie per chi desidera armonizzare l’esperienza gastronomica con le suggestioni culturali”.

 

Il progetto Stupor Mundi. Il progetto è nato da un’idea dell’imprenditore bresciano Luca Moretto, titolare di Studio Moretto Group, oggi affiancato dalla direttrice generale Rosario Estella Fernandez. La maison ha base a Milano (Via Boccaccio, 35) e a Brescia, con i propri chef blasonati Marco Cozza ed Andrea De Carli (ex patron del ristorante Rose Salò), tra i migliori chef under 30 d’Italia e chef consultant del nuovo brand. Il quartier generale è il grande centro di cottura innovativo, un laboratorio di circa 1.500 mq sito nella zona di Sant’Eufemia, a poca distanza dal Museo della Mille Miglia, che affonda radici nella storia e nel territorio. “L’attenzione alla qualità è la cifra del nostro lavoro. Anche in un periodo in cui il settore è colpito da misure per l’emergenza sanitaria, non abbiamo smesso di pensare al futuro – afferma Luca Moretto –. Stupor Mundi, la nostra maison gastronomica e artistica, è stata concepita per esaltare la bellezza e la meraviglia della Madre Terra. Sarà anche promotore di sostenibilità, come dimostra l’accordo che abbiamo stretto in Perù con realtà locali per importare nel laboratorio bresciano prodotti nati dall’agricoltura sostenibile nella Foresta Amazzonica, promuovendo un circolo virtuoso tra produttori e consumatori”.

Parte da Brescia il progetto “Stupor Mundi”

Stupor Mundi Jazz Club. È in cantiere, sempre nella location di Sant’Eufemia, l’apertura dello “Stupor Mundi Jazz Club”, candidato a diventare il nuovo tempio della musica bresciano e non. Le opere edilizie sono già ad uno stadio avanzato e l’inaugurazione è prevista per l’inizio dell’estate. Vi si esibiranno nomi di rilievo internazionale nel panorama della musica jazz e blues. Il locale accoglierà il ristorante vero e proprio, con tutte le prerogative della gastronomia Stupor Mundi: un luogo raffinato, con elementi d’arredo originali e affascinanti; spazi, atmosfere, cibi eccellenti e ottima musica. Stupor Mundi Jazz Club si proporrà anche come un laboratorio a porte aperte per i giovani artisti, che vogliano sperimentare, fare ricerca, crescere e far crescere la cultura dei territori senza confini. Un progetto unico.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.