Domenica nel Salone delle Scenografie l’Ensemble del Teatro Grande

Più informazioni su

Brescia. La Stagione della Società dei Concerti del Teatro Grande di Brescia prosegue domenica 29 maggio alle ore 11.00 nel Salone delle Scenografie. Protagonista dei tradizionali appuntamenti della domenica mattina dedicati alla musica da camera sarà ancora una volta l’Ensemble del Teatro Grande.
Da dieci anni formazione musicale residente della Fondazione del Teatro Grande, l’Ensemble pone grande interesse nella riscoperta di repertori cameristici meno conosciuti, suonando nelle formazioni più varie. Proponendo viaggi musicali sotto forma di omaggi a compositori che hanno fatto la storia della musica o a particolari aree-geografiche, il gruppo offre di volta in volta al suo pubblico un programma che, con brani accuratamente selezionati, mette in risalto o un singolo strumento o il programma stesso.
Domenica 29 maggio la formazione presenterà un interessante programma selezionato tra le partiture da camera del compositore russo Dmitri Shostakovich. Si inizierà con momenti di intenso lirismo alternato agli episodi scherzosi del Trio per pianoforte n. 2, per poi passare alle Sette romanze su poesie di Aleksandr Blok, dove la voce del soprano Sabrina Cortese sarà accompagnata da interventi singoli dei tre strumenti dell’ensemble, prima dell’ultima romanza in cui si esibiranno congiuntamente.
Oltre alla versatilità vocale del soprano Sabrina Cortese, in grado di spaziare tra i più vari generi musicali, il pubblico potrà apprezzare le straordinarie qualità esecutive dei musicisti dell’Ensemble. Sandro Laffranchini, premiato nei principali concorsi internazionali e italiani, è dal 1999 Primo violoncello alla Filarmonica della Scala. Il pianista Andrea Rebaudengo suona abitualmente per le più importanti istituzioni musicali italiane; si esibisce anche in Europa, Stati Uniti, Canada, Colombia, Uzbekistan ed Emirati Arabi. Giulio Rovighi – violinista ospite di questo concerto – è dal 2008 primo violino del Quartetto Prometeo con il quale ha svolto attività concertistica in tutto il mondo e che nel 2012 è stato premiato con il Leone d’argento alla Biennale di Venezia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.