Quantcast

Camillo Togni e il suo tempo, martedì un incontro

Più informazioni su

Locandina Sulle ali del Novecento Camillo Togni

Brescia. Per la rassegna “Sulle ali del Novecento” Camillo Togni e il suo tempo, martedì 3 maggio alle ore 18 nella Sala del Camino di Palazzo Martinengo delle Palle (via San Martino della Battaglia, 18 a Brescia) è in programma “Con il sindaco in ricordo di Camillo Togni”.
Intervengono il sindaco di Brescia Emilio Del Bono, Daniela Cima (presidente associazione Dèdalo ensemble), Giacomo Fornari (direttore del Conservatorio C. Monteverdi di Bolzano). Alla chitarra Leopoldo Saracino.
Camillo Togni (Gussago, 18 ottobre 1922 – Brescia, 28 novembre 1993) ha studiato pianoforte con i maestri Casella, Anfossi e Benedetti Michelangeli, diplomandosi a Parma nel 1946. A Brescia seguiva gli studi classici, laureandosi in filosofia all’Università di Pavia nel 1948. Contemporaneamente iniziava lo studio della composizione con Margola e lo proseguiva quindi con Casella. Eseguì concerti come pianista fino al 1953; dopo tale data eseguì in pubblico solo musica sua. La scoperta della musica di Schoenberg – nel 1938 – diede avvio all’approfondimento del metodo seriale che, nel contesto storico dell’Espressionismo, lo attraeva come una vocazione.
Dal 1951 al 1957 frequentò i Ferienkurse di Darmstadt componendo per quella sede la maggioranza dei lavori. Helian di Trakl op.39, direttamente commissionatogli dalla Città di Darmstadt, svela la sua grande passione per la poesia di Trakl. Su testo del poeta austriaco sono anche i lavori teatrali Blaŭbart e Barrabas. La prima rappresentazione scenica di Barrabas (novembre 2000) è stata allestita al Teatro Grande di Brescia con la direzione di Vittorio Parisi e incisa da Bongiovanni.
Il suo catalogo comprende lavori teatrali (pubblicati da Ricordi), lavori per strumento solo, corali, da camera e per l’orchestra, tutti pubblicati – salvo piccole eccezioni – da Suvini Zerboni. Le composizioni inedite, così come altri scritti, fanno parte dell’Archivio Camillo Togni presso la Fondazione Giorgio Cini di Venezia. Ha tenuto corsi sulla musica del Novecento, dal 1960 al 1961, all’Università per Stranieri di Firenze. Chiamato al Conservatorio di Parma, vi ha tenuto la cattedra del corso superiore di Composizione dal 1977 al 1988. Dall’autunno del 1989 ha insegnato alla Scuola di Musica di Fiesole. Suoi scritti sono pubblicati da La Quadra (Brescia) e da Olschki a cura della Fondazione Cini di Venezia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.