Quantcast

Iseo Jazz a Palazzolo con i talenti emergenti

Domenica 4 luglio a Palazzolo doppio concerto: in scena il quartetto del contrabbassista Andrea Grossi e i Barionda.

Più informazioni su

(red.) Il festival Iseo Jazz apre la sua XXIX edizione a Palazzolo sull’Oglio, nel bresciano, secondo una tradizione oramai consolidata da diversi anni.
Domenica 4 luglio (Parco di Villa Küpfer, ore 21, ingresso libero; in caso di pioggia, il concerto si svolgerà alla Casa della Musica), la prima serata della rassegna, l’unica interamente dedicata ai progetti dei musicisti italiani di jazz, vedrà in primo luogo la presenza di un gruppo di giovani talenti emergenti: il quartetto di Andrea Grossi, contrabbassista formatosi al Conservatorio di Parma sotto la guida di Roberto Bonati, già attivo in molteplici situazioni espressive, soprattutto legate a una visione europea del jazz.

Al progetto di Grossi, intitolato “Songs and Poems”, partecipano due suoi giovani compagni del Conservatorio parmense (Manuel Caliumi al sax alto e Michele Bonifati alla chitarra elettrica) e una delle nuove realtà della vocalità jazz (ma anche classica) italiana: Gaia Mattiuzzi. Si tratta di una proposta in cui si esplorano, in una dimensione cameristica, le possibilità del suono della parola attraverso composizioni originali scritte partendo da testi di grandi poeti (tra i quali Rainer Maria Rilke, Emily Dickinson ed E. E. Cummings), facendo corrispondere a ogni voce una diversa composizione musicale.

Il secondo concerto della prima giornata della nuova edizione di Iseo Jazz presenta quattro grandi specialisti del sax baritono, riuniti da Helga Plankensteiner nel gruppoBarionda, che eseguiranno composizioni originali o rileggeranno pagine di grandi baritonisti del jazz come Gerry Mulligan, Pepper Adams, Harry Carney, Gary Smulyan e Serge Chaloff. La peculiarità di questo gruppo altamente spettacolare, ma dai forti contenuti musicali, è proprio l’organico assolutamente inedito di quattro baritoni e batteria.
Strumentista, arrangiatrice, compositrice, la leader vanta una carriera importante, che l’ha vista guidare  i gruppi femminili Girltalk e Fifth Side, collaborare in quartetto con Mauro Ottolini e, tra le altre partnership, far parte della Carla Bley Big Band.
In Barionda sono presenti Giorgio Beberi, il motore di tante formazioni jazzistiche trentine, fra cui i Sax Four Fun; Rossano Emili, uno specialisti dei quartetti di sax; Massimiliano Milesi, una delle nuove voci del sassofono italiano; il cubano Angel Ballester Veliz (anche in veste di percussionista), leader degli habana sax; infine, alla batteria c’è un musicista di grande versatilità quale Mauro Beggio. Barionda propone una musica ricca di contrasti e umori, evidenziando una forte personalità timbrica e compositiva.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.