Il covid non ferma la musica: esce “Waterfalls”, primo EP dei Catadupa

singolo d'esordio “Follow” accompagnato da un video sul canale VEVO.

(red.) Il covid non ha fermato la creatività e la musica. Ne sono testimoni i Catadupa, un progetto musicale italiano che il 21 agosto ha pubblicato il suo primo singolo d’esordio “Follow” accompagnato da un video sul canale VEVO di youtube, e che venerdì 28 agosto pubblica digitalmente il suo primo EP dal titolo “Waterfalls”.

i Catadupa,

Il progetto musicale è nato nel 2018 da Davide Bardi e Lorenzo Angoli, due giovanissimi artisti bresciani che suonano per passione, ispirandosi alle sonorità del mondo psichedelico, del progressive e del jazz. Alle soglie della maggior età ad essi si sono uniti altri quattro loro coetanei – Sara Korolija, Benedetta Giugni, Francesco Buizza e Vittorio Bignami – che hanno rafforzato il progetto Catadupa con rispettivamente: voce, basso, tastiere e sezione ritmica. Tutti e sei i musicisti hanno iniziato a suonare per il mero piacere di godere di arrangiamenti che uniscono sonorità senza tempo, con la mente innovativa di chi non ha pregiudizi. Il gruppo deve il suo nome ad un’opera di Cicerone, L’armonia delle sfere, nella quale narra di una regione dove il Nilo si getta a precipizio da vette altissime, creando un suono così intenso da accompagnare la quotidianità della popolazione.

Preceduto il 21 agosto dal singolo “Follow”, “Waterfalls” è stato inciso dai Catadupa e mixato al Big Tree Studio, prodotto da Giorgio Bignardi e masterizzato da Davide Mahony. A co-produrlo sono Lorenzo Angoli e Davide Bardi, Federico Angoli ha curato le cover e la grafica delle copertine digitali. “Waterfalls” comprende cinque pezzi, in ordine cronologico l’EP si apre con “Weather” il brano più sperimentale del progetto per poi passare a “Follow” il singolo, la terza traccia si chiama “80’s” il pezzo maggiormente Pop e infine il disco si chiude con due pezzi “More Than This” dove protagonisti sono flauti traversi e sintetizzatori e l’ultimo pezzo è “Waterfalls” ovvero il brano di chiusura.

Spaziando dall’alternative al pop, la quantità di suoni in questo disco d’esordio è legata alla varietà di emozioni espresse da un linguaggi musicali che intendono trasportare l’ascoltatore in un intenso flusso di sonorità, sorrette da sezioni ritmiche intense e avvolte tra sintetizzatori e chitarre, che cercano di spingersi oltre le sonorità radiofoniche in cerca di arrangiamenti musicali carichi di strumenti e in continuo dialogo con il testo.

Scegliendo la lingua inglese, i Catadupa si rivolgono a un pubblico internazionale, esprimendo nei testi i colori delle proprie emozioni, di grande influenza nell’EP sono sonorità provenienti dall’intero panorama Alternative e Soul, tra cui i Tame Impala, The Internet e Steve Lacy.

Diretto dal regista Luca Grazioli e scritto dal gruppo stesso, il video di “Follow” è entrato nelle classifiche mondiali, registrando 2000 mila visualizzazioni in tre giorni su Youtube mediante VEVO.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.