Quantcast

Brescia, incontro tra Castelletti e i sindacati dello spettacolo

(red.) Giovedì 10 dicembre una delegazione composta da lavoratori e rappresentanti sindacali delle categorie che seguono il settore dello spettacolo è stata ricevuta a Palazzo Loggia dal vicesindaco e assessore alla Cultura del Comune di Brescia Laura Castelletti. Erano presenti Romano Rebuschi (Slc Cgil), Marina Bordonali (Fistel Cisl), Nadia Pasinetti (Uilcom Uil Brescia) e Lorenzo Bicci (Brescia Unita Lavoratrici e Lavoratori dello Spettacolo).
L’incontro si è focalizzato sulle problematiche del settore nell’ottica di avviare un confronto sulle prospettive e sulle possibili azioni da mettere in campo per sostenere un comparto, già fragile, che la pandemia ha messo definitivamente in ginocchio, facendone emergere in modo dirompente tutti i limiti e le difficoltà storiche.

Altro tema al centro della discussione è stato l’appuntamento del 2023, Brescia e Bergamo capitali italiane della Cultura, un orizzonte positivo per il rilancio del settore, ma che necessita da subito del coinvolgimento collegiale degli operatori della cultura e dello spettacolo, unitamente alle parti sociali, affinché possa diventare un’opportunità per impostare nuovi modelli virtuosi per il futuro del sistema culturale e un laboratorio per possibili pratiche innovative promosse anche dalle istituzioni territoriali.
Secondo i sindacati si è trattato di “un confronto positivo, dunque, che si è concluso con la disponibilità a ritrovarsi periodicamente e con la prospettiva di avviare un tavolo comune per ragionare dei problemi contingenti e progettare una vera ripartenza per il settore spettacolo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.