Quantcast

Brescia, con il Grande la festa “pop” dell’Opera

L'edizione 2014, curata dalla Fondazione del Massimo cittadino, dedicata a Giacomo Puccini e alla Madame Batterfly, in scena il 13 settembre.

(red.) Dopo il grande successo delle prime due edizioni, torna la Festa dell’Opera, uno dei progetti più innovativi e coinvolgenti realizzati dalla Fondazione del Teatro Grande di Brescia.
Un disegno culturale di ampio respiro, unico in Italia, che per la sua importante valenza educativa ha ricevuto pochi mesi fa il prestigioso Premio Filippo Siebaneck nell’ambito dei Premi Franco Abbiati della critica musicale italiana.
Sabato 13 settembre, Brescia sarà quindi nuovamente invasa, per un’intera giornata, dalla musica, dai canti e dai colori di una tradizione a cui il nostro Paese è legato da secoli. La Festa dell’Opera è una festa popolare che accompagna grandi e piccini, melomani e non, in suggestivi percorsi nel mondo dell’Opera e che anche quest’anno, dal mattino alla mezzanotte, farà risuonare l’intera città sulle note delle più celebri melodie della tradizione lirica italiana, coinvolgendo decine di migliaia di persone.
La Fondazione del Teatro Grande ha deciso di dedicare l’edizione 2014 della Festa dell’Opera a Giacomo Puccini e alla sua Madama Butterfly per celebrare l’anniversario dei 110 anni della prima rappresentazione al Teatro Grande di questo straordinario capolavoro. Il 28 maggio 1904 Madama Butterfly otteneva infatti al Teatro Grande il suo primo trionfale successo poiché nel febbraio dello stesso anno la prima rappresentazione assoluta dell’opera alla Scala era stata clamorosamente stroncata dal pubblico e dalla critica. La rappresentazione bresciana, cui l’autore si preparò intervenendo sulla partitura e seguendo da vicino le prove, costituì dunque un momento fondamentale per la vita del capolavoro pucciniano, segnando l’inizio della fortuna dell’opera e una tappa fondamentale della storia del melodramma italiano.
Sulle tracce di Puccini e della sua Madama Butterfly si declineranno quindi gli innumerevoli appuntamenti del 13 settembre: il programma prevede oltre 50 eventi sparsi per tutta la Città, alcuni realizzati negli spazi deputati alla cultura – come il Teatro Grande, il Museo di Santa Giulia e il Tempio Capitolino – altri allestiti invece nei luoghi delle frequentazioni abituali dei cittadini, come università, ristoranti, vie del centro e della periferia, supermercati.
L’obiettivo della Festa dell’Opera è infatti quello di “fare festa”, aprire l’Opera a tutti e portare il fascino del melodramma tra le vie della Città a diretto contatto con il “suo” pubblico e con un pubblico nuovo, curioso di scoprire l’opera e i suoi retroscena.
Come lo scorso anno, la Festa dell’Opera toccherà altresì le fabbriche e alcuni luoghi legati al sociale: lo spirito di questa giornata arriverà nelle strutture residenziali per anziani, alla “mensa per i poveri” e al distretto sociale polifunzionale che offre servizi differenziati per adulti e per minori. La Fondazione del Teatro Grande ha coinvolto nella Festa decine di cantanti lirici: giovani professionisti– alcuni già in carriera e altri esordienti. La Festa dell’Opera investe quindi nelle giovani promesse e per questo rappresenta anche un importante appuntamento nazionale per gli addetti al settore che tra gli eventi della Festa hanno modo di ascoltare nuove voci e cantanti già affermati. Una grande qualità quindi nella scelta artistica che vede coinvolto anche il cast di “Madama Butterfly”, l’allestimento bresciano che aprirà la Stagione d’Opera del Teatro Grande. È prevista inoltre per questa edizione la partecipazione del soprano Daniela Dessì che sarà protagonista, insieme al tenore Sung Kyu Park, Festa dell’Opera 2014 – 2 – Fondazione del Teatro Grande di Brescia dell’appuntamento conclusivo della Festa. Daniela Dessì parteciperà inoltre, nel pomeriggio, ad una conversazione con i Pazzi per l’Opera, i seguitissimi melomani del Teatro Grande.
Per l’evento la Fondazione del Teatro Grande ha chiesto ad alcuni dei più interessanti gruppi musicali bresciani della scena indipendente, un lavoro di ricerca che ha portato alla creazione di proposte innovative di contaminazione tra i generi: partendo dalle suggestioni d’opera, le melodie liriche si mischiano pertanto con i linguaggi della musica leggera, del pop, del rock, del jazz.
Gli eventi inizieranno la mattina di sabato 13 settembre con concerti e momenti musicali in vari punti della Città: nel Ridotto del Teatro Grande alle 11.00 si terrà Puccini Matnée, un recital lirico con le arie più celebri di Giacomo Puccini, mentre alle 12.00 alla Vineria Dolcevite il Lyricopera Ensemble accompagnerà i cantanti della Festa nel concerto Aperitivo Pucciniano. Saranno riservati agli ospiti delle rispettive strutture gli eventi Capolavori senza età (ore 10.00 alla RSA Fondazione Casa d’Industria Onlus) e Upranzo con l’Opera (ore 11.30 Mensa Menni), due momenti che, insieme al concerto Il respiro dell’anima – che si terrà alle 16.00 presso il Distretto Sociale Polifunzionale di Viale Duca degli Abruzzi – vogliono essere eventi di integrazione in cui l’opera diventa strumento sociale e partecipativo. In questo contesto la Fondazione del Teatro Grande aderisce alla campagna “Anch’io x la Mensa” lanciata dalla Caritas Diocesana di Brescia per coinvolgere nella mission della Mensa Menni diverse realtà del territorio, in segno di solidarietà.
Durante l’ora del pranzo, l’iniziativa Opera Car porterà il canto lirico in centro e in periferia con i cantanti che si esibiranno in modo estemporaneo dalle automobili della Festa dell’Opera. Nel pomeriggio diversi saranno gli appuntamenti da non perdere: l’opera si rivolge ai più piccoli con lo spettacolo Kattivissimi che, in doppia replica alle 16.00 e alle 17.30, racconta in modo divertente i personaggi più “crudeli” del mondo della lirica. Alle 16.30 in Piazza Vittoria, gli appassionati d’opera e dello storico programma tv potranno partecipare al Musichiere dekk’Opera  (per partecipare l’iscrizione è dall’1 all’8 settembre allo 030 2979325) o assistere agli appuntamenti In corso d’Opera con gli allievi del Conservatorio che si esibiscono al pianoforte in Corso Zanardelli. Alle 16.45 alla Pallata il Trio Jazz Papetti, Del Barba e Bombardieri mischierà le sonorità liriche con atmosfere jazz, mentre la Banda Isidoro Capitanio sarà protagonista sotto il porticato della Loggia di Banda all’Opera. Nel Ridotto del Teatro Grande alleì 17.30 i Pazzi per l’Opera e Daniela Dessì dialogheranno sul tema Le grandi Butterfly a confronto e alle 18.00, presso il chiostro della Chiesa di Santa Chiara, si terrà il concerto Le Voci Bainche con i giovani allievi della Scuola Diocesana di Musica Santa Cecilia.
Durante la serata in diversi punti della Città risuoneranno le Arie celebri di Turandot, La Bohème e Madama Butterfly eseguite dal Lyricopera Ensemble (gruppo musicale appositamente creato per la Festa dell’Opera e formato da violino, viola, violoncello, contrabbasso, flauto e clarinetto) e alle 21.30, presso l’azienda bresciana Palazzoli, la Festa dell’Opera arriverà con il Concerto in fabbrica per unire ancora una volta
la cultura e l’imprenditoria bresciana.
Il Teatro Grande ospiterà alle 21.00 uno degli eventi più importanti della giornata: nel Gala Pucciniano delle 21.00 il cast della produzione bresciana di Madama Butterfly (spettacolo inaugurale della Stagione d’Opera) eseguirà una selezione delle arie più celebri della Butterfly e molte rarità della produzione pucciniana, proponendo al pubblico un recital lirico di grande fascino e spessore. Gli spettatori potranno poi costruire il proprio percorso nelle due zone clou della Festa. La zona oro, attorno a Palazzo Loggia, risuonerà delle pagine più popolari della produzione pucciniana con arie d’opera e concerti che il pubblico potrà ascoltare mentre gusterà la propria cena sull’erba nell’insolito PIcnic&Opera. Qui si terranno Opera Light  e Opera Jazz, due iniziative che faranno incontrare le vocalità liriche con generi più contemporanei e daranno vita a curiose interpretazioni.
Nella zona rossa le proposte passeranno dai celebri capolavori alle contaminazioni con i linguaggi pop e rock degli eventi RockOpera, Pop Opera e Cabaret Musicale. Particolarmente suggestivo sarà l’evento Gli uomini di Puccini realizzato in Piazza del Foro: un percorso attraverso gli universi maschili che affronta, da una prospettiva insolita, il tema pucciniano dell’umanità. La Festa si chiuderà alle 23.45 proprio nella zona rossa con l’evento conclusivo nella magnifica cornice del Tempio Capitolino.
Tutti gli eventi della Festa dell’Opera sono a partecipazione gratuita. Per l’ampio respiro colto e  popolare e per l’unicità sul territorio nazionale di questo evento, la Festa dell’Opera ha ricevuto per il  secondo anno il patrocinio di EXPO 2015. Inoltre, visto il grande interesse dimostrato nelle scorse  edizioni dal turismo, Bresciatourism si è resa disponibile ad organizzare per la giornata della Festa  dell’Opera un educational con alcuni giornalisti europei per promuovere all’estero l’iniziativa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.