Quantcast

A2A e Leonardo, alleanza per la cyber security

Obiettivo della partnership è quello di migliorare l'analisi del rischio informatico attraverso una serie di tecnologie informatiche innovative.

(red.) Leonardo e A2A avviano la collaborazione per sperimentare soluzioni innovative per la cyber security degli impianti di generazione e distribuzione dell’elettricità. E’ quanto si legge in una nota congiunta.

La partnership prevede l’impiego, su impianti e reti di A2A, di tecnologie innovative sviluppate dal centro di ricerca per la cyber security di Leonardo, il player internazionale dedicato allo sviluppo di capacità operative multidominio in ambito Aerospazio, Difesa e Sicurezza attraverso il presidio delle tecnologie strategiche.

La sperimentazione riguarderà in particolare l’analisi del rischio informatico degli asset e dei servizi digitali, la virtualizzazione dei test applicativi e la protezione delle postazioni dedicate al controllo degli impianti, spiega il comunicato.

Per l’analisi del rischio cyber, sarà sperimentato un sistema di nuova generazione che permette di gestire l’intero ciclo di intelligence, dalla definizione dei requisiti, alla raccolta delle sorgenti informative interne ed esterne, strutturate e non strutturate, fino all’analisi e alla produzione di report e indicatori di compromissione.

Sarà così possibile identificare in modo preciso le minacce, la probabilità che un attacco sia portato a termine e quindi implementare le contromisure più adeguate. Un prototipo di piattaforma “multi-sandbox” denominata “Argo” consentirà di testare simultaneamente e in modo orchestrato, in un ambiente operativo virtuale e isolato dalla rete e dal sistema informativo aziendale, che quindi non verrà esposto a rischi, applicativi e antivirus eterogenei, indicando le combinazioni più efficaci per sfruttare appieno e in sicurezza tutte le tecnologie a disposizione.

Sarà anche testata una soluzione di Endpoint Detection and Response (EDR) customizzata per ambienti industriali di tipo ICS (Industrial Control Systems), per il monitoraggio delle postazioni di lavoro dedicate ai sistemi di controllo e la risposta a incidenti di sicurezza. Il sistema permetterà un’analisi attiva del comportamento e delle attività che vengono eseguite dalle applicazioni utilizzate dagli utenti, prevenendo violazioni e consentendo di intervenire con risposte puntuali.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.