Dolomiti esce da Edipower, A2A sale al 79,5%

La utility di Brescia e Milano corrisponderà a Dolomiti Energia un conguaglio pari a 16 milioni in 4 rate trimestrali a partire dal 1° ottobre 2014.

Più informazioni su

(red.) Dolomiti Energia esce dal capitale di Edipower, l’ex genco rilevata da A2A (la multiutility dei Comuni di Brescia e di Milano) a seguito della conclusione dell’accordo con Edf su Edison a maggio 2012.
L’operazione, secondo una nota, prevede la permuta della partecipazione pari all’8,54% del capitale sociale di Edipower detenuta da Dolomiti Energia con la partecipazione pari al 7,91% del capitale sociale di Dolomiti Energia detenuta dalla superuility lombarda.
A2A corrisponderà inoltre a Dolomiti Energia un conguaglio pari a 16 milioni in 4 rate trimestrali a partire dal 1° ottobre 2014. Il pagamento dell’ultima rata potrà avvenire anche tramite il trasferimento di alcuni asset oggi di proprietà A2A.
La composizione azionaria di Edipower sarà così composta: A2A 79,5%, SEL 8,5%, Mediobanca 5,1%, Fondazione CRT 4,3%, BPM 2,6%.
La nota rileva, inoltre, che con il perfezionamento dell’operazione viene meno, infine, l’accordo commerciale in essere tra A2A e Dolomiti Energia relativo alla fornitura di “energia verde” prodotta dagli impianti Edipower, in esecuzione del quale sono stati ceduti circa 480 GWh nel 2013 e 160 GWh nel primo semestre 2014.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.