Quantcast

Rifiuti ed idroelettrico: ad A2A 115 milioni

Il piano di investimento è stato sottoscritto tra la multiutility e la Banca europea per il ciclo integrato dei rifiuti e la produzione di energia idroelettrica.

(red.) La Banca europea per gli investimenti (Bei) e la multiutility di Brescia e MIlano A2A hanno sottoscritto un contratto di finanziamento per 115 milioni, con una durata di 15 anni, per la realizzazione di investimenti relativi al ciclo integrato dei rifiuti e alla produzione di energia idroelettrica. Per quanto concerne il ciclo integrato dei rifiuti (Filiera Ambiente di A2A), gli investimenti oggetto del finanziamento, si legge in una nota, comprendono interventi sugli impianti di termovalorizzazione dei rifiuti di Brescia e di Milano volti a incrementarne l’efficienza energetica; l’acquisto di mezzi a basso impatto ambientale per la raccolta dei rifiuti nelle aree di Milano, Brescia, Bergamo, Varese e Como; la realizzazione di un nuovo impianto per il recupero del vetro ad Asti.
I progetti relativi alla produzione di energia idroelettrica (Filiera Energia di A2A) si riferiscono invece a interventi di manutenzione e di incremento dell’efficienza energetica di impianti situati in Lombardia e in Calabria. Tutti i progetti rispondono ai requisiti definiti dalla Bei per l’erogazione di finanziamenti nel settore dell’energia e dell’ambiente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.