Quantcast

Governance A2A, nuovo vertice Del Bono-Pisapia

L'incontro a Milano è in programma per giovedì 8 agosto. Sul tavolo la riforma del sistema di gestione nel bilancio di previsione 2013, da approvare entro settembre.

(red.) Nuovo incontro tra i comuni di Milano e di Brescia per rivedere la governance di A2A. Giovedì 8 agosto è in calendario a Palazzo Marino un altro faccia faccia, dopo quello tenutosi a Brescia lo scorso 20 giugno, fra i sindaci di Milano, Giuliano Pisapia, e di Brescia, Emilio Delbono, con al centro la riforma della governance della multiutility lombarda che potrebbe portare al superamento del duale.
«I due sindaci si vedranno giovedì prossimo per discutere di come riformare la governance di A2A» ha detto all’agenzia Reuters una fonte politica bresciana. L’obiettivo è inserire la riforma della governance di A2A nel bilancio di previsione 2013 da approvare entro fine settembre.
Una soluzione che dovrà comunque passare per la revisione dei patti parasociali fra i due soci, dal prossimo gennaio rinnovati per un altro triennio, potrebbe essere la cancellazione del duale, ma questa comporta una modifica dello statuto con passaggi nei consigli comunali e quindi tempi più lunghi. Un’altra ipotesi prevede uno snellimento dei due consigli di gestione e di sorveglianza attraverso la riduzione del numero dei consiglieri.
«Un’eventuale eliminazione del sistema duale e il ritorno a una governance tradizionale sarebbe a nostro avviso una notizia positiva per il titolo, in quanto garantirebbe una riduzione dei costi e una maggiore efficienza e rapidità nei processi decisionali», afferma un analista di una sim milanese che sul titolo A2A ribadisce la raccomandazione outperform. Al momento l’azione A2A a Piazza Affari cede l’1,81% a 0,652 euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.