Quantcast

A2A: “Dividendi sì, ma più moderati”

Lo ha detto Graziano Tarantini, presidente del Cdg della società. "Dovremo ridurre il debito e portarlo a parametri più sostenibili per garantire gli utili".

(red.) “Non è vero che non daremo dividendi, saranno solo più moderati per garantire uno stock di investimenti tale da permettere a questa società di esistere ancora nel 2017″.
Lo ha affermato Graziano Tarantini, presidente del Cdg della multiutility dei comuni di Brescia e Milano, intervenendo durante la Commissione Partecipate del Comune di Milano che detiene il 27,67% dell’utility, aggiungendo che “i dati del 2012 non stanno andando male”.
Riferendosi alla posizione debitoria della società (pari a quasi 5 mld), Tarantini ha sottolineato che “dovremo ridurre il debito e portarlo a parametri più sostenibili. Una delle nostre preoccupazioni è garantire un dividendo, dobbiamo contemplarlo”.
Per quanto riguarda gli investimenti in Montenegro, il presidente del Cdg ha precisato che “stiamo cercando di renderlo il più interessante possibile. Stiamo discutendo accordi, ragionando sulle tariffe e stiamo cercando di renderlo efficiente. Stiamo cercando di metterlo nelle condizioni perchè possa diventare profittevole per noi. L’anno scorso ha inciso molto la piovosità”.
Infine parlando del settore dell’acqua, Tarantini ha sottolineato che “la mancanza di un quadro normativo certo ci impedisce di prendere in considerazione questo settore. Valuteremo” in futuro “anche in base all’evoluzione del quadro normativo”. Per quanto riguarda il polo ambientale (che Brescia vorrebbe gestire, ndr.), il presidente ha spiegato che “è un tema sul quale stiamo discutendo. Serve il coraggio di fare qualcosa di importante”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.