Quantcast

A2A, Epcg costretta a salvare la Prva Banka

La controllata montenegrina della multiutility di Brescia e MIilano nel 2011 ha sottoscritto metà del capitale della banca del fratello dell'ex premier Milo Dukanovic.

Più informazioni su

(red.) Epcg, la controllata montenegrina di A2A (la multiutility di Brescia e Milano), ha salvato nel 2011 Prva Banka, la banca controllata dal fratello dell’ex premier montenegrino Milo Dukanovic, contribuendo per quasi il 50% all’aumento di capitale da 10 milioni necessario per adeguare il patrimonio dell’istituto alle richieste della Banca Centrale del Montenegro.
Nel 2011 Epcg, secondo quanto risulta dal bilancio di A2A, ha aumentato la sua quota dal 18,2% del capitale ordinario al 24,1% del capitale totale. L’incremento della partecipazione è frutto della sottoscrizione di nuove azioni per 4,8 milioni di euro: due milioni versati pro-quota e altri 2,8 per farsi carico dell’inoptato. La sottoscrizione dell’aumento è stata dettata, fa sapere Epcg, dalla necessità di preservare l’investimento nella banca, presso cui la società ha, tra l’altro, depositi per circa 40 milioni di euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.