A2A, vertice Cdg per il nodo Edipower

Sabato mattina si riunisce il consiglio di gestione per un aggiornamento in vista della decisione della Consob sul prezzo dell'Opa. E il titolo cede il 5,15% in Borsa.

Più informazioni su

(red.) Sabato mattina si riunisce il consiglio di gestione di A2A (la multiutility dei comuni di Brescia e di Milano) per un aggiornamento sul nodo Edipower. Lo riferiscono fonti finanziarie. Dopo il via libera dell’Antitrust al passaggio del gruppo energetico ai soci italiani di Edison, è atteso nelle prossime ore anche il parere della Consob sul nuovo prezzo offerto da Edf per l’opa, rivisto al rialzo dall’azionista francese come da richiesta della commissione.
Il consiglio dovrà anche dare l’ok al contributo, da parte del gruppo lombardo, all’extra esborso legato all’Opa. Nella stessa giornata, anche se non c’è al momento nessuna convocazione ufficiale, potrebbe tenersi il cda Edison che potrà sdoganare la parte dell’operazione di sua competenza. Il prezzo di cessione del 50% di Edipower agli italiani che verrà verosimilmente ritoccato al rialzo. Sabato, dunque, potrebbe essere la giornata conclusiva per il divorzio italo francese in Edison visto che, ottenuto il via libera dell’Antitrust, verrebbero a verificarsi tutte le condizioni necessarie per il closing.
In grande difficoltà, mercoledì, i titoli bancari, nel giorno in cui a Bruxelles si è riunito l’Ecofin per discutere dei requisiti patrimoniali del settore. Ubi Banca guida i ribassi con un -7,13%, Bom -5,28%, Intesa -4,64%, Unicredit -5,66%.
Cali diffusi anche tra l’energia, con Enel -3,15%; Eni tiene meglio con un -0,72%. Entro la settimana si dovrebbe chiudere la partita Edison, con il titolo che sale dell’1,16% mentre A2A cede il 5,15%. Deboli i media, con L’Espresso -4,61%, Mediaset -6,01%.
Sale invece Rcs (+5,59%) dopo che a margine dell’assemblea Della Valle si è detto pronto a salire. Andamento selettivo anche per il lusso, dove Luxottica guadagna il 3,07% per un report positivo, ma il resto del settore cede posizioni, con Ferragamo -6,61%, Geox -2,96%, Cucinelli -3,92%.
Buoni rialzi per St (+0,70%) promossa dagli analisti, come Pirelli (+2,28%). Giù Fiat (-2,19%), Ansaldo a -4,20%.
Scomesse sulla Juventus (+15,61%) ormai a un passo dallo scudetto. Nella scuderia Ligresti Premafin cede il 6,19%, Milano il 5,57%, Fonsai -2,48%.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.