Quantcast

Cade nel burrone, muore operaio 35enne

La vittima è Hichem Chanabi, residente a Coccaglio. L'uomo è precipitato da 100 metri di altezza mentre metteva in sicurezza un parapetto.

Più informazioni su

    (red.) E’ morto precipitando in un burrone, mentre effettuava alcuni lavori di manutenzione su un sentiero in Valchiavenna, in provincia di Sondrio.
    A perdere la vita un operaio 35enne di origini tunisine, Hichem Chanabi, residente a Coccaglio, nel bresciano.
    L’uomo stava lavorando in una zona montuosa situata tra Cola e San Giorgio di Novate Mezzola, non distante dal fiume Adda nel lago di Mezzola.
    Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, il 35enne magrebino, attorno alle 16,20 di martedì 14 ottobre, mentre stava mettendo in sicurezza un parapetto lungo il “sentiero Traccolino”, un camminamento utilizzato da ciclisti ed escursionisti, avrebbe perso l’equilibrio nel tentativo di recuperare il telefono cellulare che gli era sfuggito di mano. L’operaio ha fatto un volo di 100 metri, che non gli ha dato scampo.
    Sul posto, per i soccorsi, rivelatisi purtroppo inutili, il Soccorso Alpino di Chiavenna, e l’eliambulanza di Sondrio. I vigili del fuoco hanno poi collaborato al recupero della salma dell’uomo, che lavorava per la Ati Sias con sede a Darfo Boario terme, in Vallecamonica.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.