Quantcast

Rientro a scuola e Tpl, via dal 7 gennaio: doppio turno per metà studenti

Un'ordinanza ministeriale precisa che si può essere flessibili. A rischio fino al 15% di corse tpl extraurbano.

(red.) Manca ancora poco più di una settimana, ma la notizia positiva è che dal 7 gennaio gli studenti delle scuole superiori bresciane potranno tornare a fare lezione in presenza. Non per forza con il 75%, ma anche al 50% e sfruttando anche la didattica digitale integrata. Questo è quanto emerge da un’ordinanza firmata dal Ministero dell’Istruzione che consente di tornare in aula in presenza e anche forme flessibili nel rientro in classe dal 7 al 15 gennaio.

Tuttavia, nel momento in cui la capienza sui mezzi pubblici non potrà essere superiore al 50% non si potrà nemmeno raggiungere il 75% a scuola. E proprio sul fronte del trasporto pubblico, a partire dal 4 gennaio saranno disponibili i nuovi orari. Ieri, martedì 29 dicembre, la Provincia di Brescia ha presentato il bilancio.

E in particolare c’è il nodo delle risorse non arrivate dal Broletto all’Agenzia di Trasporto pubblico per consentire le corse dei mezzi extraurbani. Senza questi fondi c’è il rischio di tagli fino al 15% e quindi potrebbe incidere anche sulla ripresa delle scuole superiori in presenza dal 7 gennaio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.