Quantcast

Treni, Dote Trasporti per i pendolari. Anche dell’alta velocità

Un milione di euro ai passeggeri (fino a 90 euro al mese) che si muovono sui mezzi lungo la linea Milano-Peschiera.

(red.) L’assessore lombardo alle Infrastrutture e ai Trasporti Claudia Maria Terzi ha ottenuto dal Pirellone il via libera alla sua proposta per un milione di euro da stanziare sulla Dote Trasporti. Una misura che riguarda anche i pendolari che utilizzano la linea ad alta velocità Milano-Brescia-Desenzano-Peschiera con cui attingere un contributo compreso fra 10 e 90 euro al mese sugli abbonamenti acquistati da questo mese di marzo fino a febbraio del 2022.

“In questo modo aiutiamo concretamente circa 2 mila pendolari bresciani. Possono richiedere la Dote tutti i residenti in Lombardia, indipendentemente dal reddito – spiega l’assessore – che acquistano abbonamenti per i treni alta velocità per le tratte interne tra Milano, Brescia, Desenzano e Peschiera del Garda (rientra nell’area della tariffa regionale), titolari di abbonamenti Av integrati validi per viaggiare sia sui treni Alta velocità, sia sui treni regionali e suburbani ed eventuali altri mezzi di trasporto pubblico, sia urbano che extraurbano”.

Dallo scorso 1 gennaio 2017 la trasformazione dei treni FrecciaBianca in FrecciaRossa ha reso non più utilizzabile la Carta Plus da parte dei pendolari della linea Milano-Brescia determinando un aumento di spesa per i pendolari che acquistano abbonamenti per i treni Alta velocità, i regionali ed eventuali altri mezzi pubblici. Il contributo varia in base al tipo di abbonamento acquistato e alla tratta.

Abbonamento per treni Alta velocità con treni Regionali e Suburbani da 10 a 30 euro di contributo mensile, per treni Alta velocità con regionali e suburbani e il trasporto urbano nelle località di origine e destinazione (Milano, Brescia e Desenzano) 40 euro al mese e abbonamento per treni Alta velocità con “Io viaggio ovunque in Lombardia” dai 70 ai 90 euro per mensilità. La richiesta potrà essere presentata ogni 6 mesi dal prossimo 1 ottobre 2020 usando la piattaforma SiAge.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.