Tpl, 58 milioni di passeggeri a Brescia nel 2019

La metropolitana sta dando da tempo la sua spinta. E si prevede un aumento con il tram in progettazione.

(red.) Il trasporto pubblico a Brescia città aumenta sempre di più nei numeri dei passeggeri che ogni giorno decidono di lasciare l’auto in garage e di muoversi o raggiungere la città a bordo della metropolitana o degli autobus. Tanto che nel 2019 sono stati oltre 58 milioni i passaggi degli utenti sui mezzi in gomma e in quello sotterraneo. Il servizio cresce di 2 milioni ogni anno dal 2017 e in sette anni è aumentato di 17 milioni, agli attuali 58, proprio grazie alla metropolitana.

Il bilancio è stato presentato ieri, giovedì 20 febbraio, a palazzo Loggia dal sindaco Emilio Del Bono con l’assessore alla Mobilità Federico Manzoni, il direttore generale di Brescia Mobilità Marco Medeghini, il presidente Carlo Scarpa, l’amministratore di Brescia Trasporti Ezio Cerquaglia e il presidente di Metro Brescia Flavio Pasotti. Il sistema del trasporto pubblico locale, quindi, funziona e anzi si cercherà di potenziare con l’arrivo del tram progettato da qualche tempo d’intesa con l’amministrazione comunale.

Quello che era stato presentato non aveva ricevuto finanziamenti per la mancanza di fondi, ma ora si tenterà di riproporlo, magari ottenendo l’intera somma a livello statale e liberando le casse comunali dall’onere. Il primo cittadino ha sottolineato che il tram darà vantaggi soprattutto alla zona occidentale fuori dalle mura venete e non collegata dalla metropolitana. Di certo, l’intenzione è quella di mettere in campo l’infrastruttura.

E dall’altra parte Brescia vuole lavorare anche sul corrispettivo per la metropolitana da parte della Regione Lombardia. Altre misure a sostegno del trasporto pubblico riguardano l’ampliamento dei parcheggi scambiatori a servizio del mezzo automatico e con un raddoppio per il Prealpino e anche un cantiere a Sant’Eufemia. Non solo metrobus, perché anche gli autobus sono sempre più usati e con l’intento, annunciato ieri, di nuovi 18 mezzi a metano in sostituzione di quelli dello stesso tipo, ma più vecchi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.