Quantcast

Fasano, trovato cadavere di turista

Più informazioni su

fasano.jpgThomas Eckhardt era un tedesco di 39 anni. Scoperto nel giardino del Bellariva. 


(red.) Regolamento di conti con delitto? Incidente stradale? Semplice malore? Un nuovo mistero con qualche contorno giallo sta scuotendo le notti gardesane da quando i carabinieri della compagnia di Salò, sulla sponda bresciana del Garda, hanno cominciato a indagare sul ritrovamento di un cadavere in avanzato stato di decomposizione. Il corpo è stato scoperto nel pomeriggio di giovedì da alcuni operai, impegnati nella ristrutturazione dello storico Hotel Bellariva, risalente al 1904, nella frazione di Fasano di Gardone Riviera.
I muratori stavano sistemando il giardino, quando hanno sentito un forte odore nauseabondo. Poco distante giacevano i poveri resti di un uomo, coperti dalle fronde di alcuni cespugli. Il cadavere portava un marsupio in vita nel quale gli uomini dell'Arma, subito avvisati dai responsabili del cantiere, hanno trovato il cellulare, un migliaio di euro e i documenti della vittima.
Il vasto parco dell'albergo, lasciato per anni abbandonato, confina a valle con il lago e a monte con la statale Gardesana, rispetto alla quale si trova più in basso di alcuni metri. Il corpo è stato trovato nei pressi della strada, dalla quale potrebbe essere stato buttato nel giardino dopo un'uccisione. Ma potrebbe anche essere caduto accidentalmente per un incidente stradale.
Il nome del defunto è Thomas Eckhardt. I militari si sono limitati a dire che si tratta di un cittadino tedesco di 39 anni ma che in Italia non risulta denunciata la sua scomparsa. Nato a Torgau, in Sassonia, abitava ad Halle a una trentina di chilometri da Lipsia. Sono state chieste altre informazioni alle autorità della Germania che stanno rintracciando i parenti.
Visto il deterioramento del cadavere, la morte non è stata recente. Ora la salma è stata trasferita nell'obitorio dell'ospedale di Gavardo, a disposizione delle indagini della magistratura. La prima cosa da fare sarà appurare il giorno e le cause del decesso: non sarà facile il lavoro del medico-legale, vsito lo stato in cui si trovano i poveri resti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.